Roma, 1 giugno 2016 - Paolo Virzì con il suo 'La pazza gioia' fa incetta di candidature ai Nastri d'Argento 2016, i riconoscimenti assegnati ogni anno dal Sindacato dei Giornalisti Cinematografici giunti quest'anno alla 70esima edizione. Il film del regista livornese ne ha collezionato ben 10. Solo una in meno per 'Lo chiamavano Jeeg Robot' di Gabriele Mainetti, già pluripremiato ai David di Donatello. 

A seguire 'Suburra' di Stefano Sollima con 7, 'Per amore vostro' di Giuseppe Gaudino (6), 'Alaska' di Claudio Cupellini e 'Perfetti sconosciuti' di Paolo Genovese con 5. Quattro sono le candidature per 'Io e lei' di Maria Sole Tognazzi, 'Quo vado?' di Gennaro Nunziante e per 'Non essere cattivo', votato "film dell'anno" dai giornalisti del sindacato, che hanno già assegnato un Nastro a Valerio Mastandrea, in veste di produttore, e ai due protagonisti Luca Marinelli e Alessandro Borghi. 

In corsa per i riconoscimenti più prestigiosi, che saranno consegnati nella serata del 2 luglio a Taormina, gli attori Stefano Accorsi (Veloce come il vento), Pierfrancesco Favino (Suburra), Elio Germano (Alaska), Claudio Santamaria (Lo chiamavano Jeeg Robot), Riccardo Scamarcio (La prima luce, Pericle il nero). La sfida per la miglior attrice protagonista invece sarà fra Valeria Bruni Tedeschi, candidata con Micaela Ramazzotti per 'La pazza gioi'a, Paola Cortellesi (Gli ultimi saranno ultimi), Sabrina Ferilli (Io e lei), Valeria Golino (Per amor vostro), Monica Guerritore (La bella gente).