Salvini, se Salis condannata non la vorrei più in classe

'Anche se da genitore capisco l'ansia del padre'

Salvini, se Salis condannata non la vorrei più in classe

Salvini, se Salis condannata non la vorrei più in classe

"Da genitore capisco l'ansia e anche alcune dichiarazioni originali del padre di Ilaria Salis, Roberto. È giusto che il governo sia impegnato con tutte le forze per tutelare la ragazza e ne auspico la completa e rapida assoluzione. Ribadisco, però, che Ilaria Salis è stata bloccata con un manganello e in compagnia di un estremista: in caso di condanna per violenze, a mio modo di vedere, l'opportunità che entri in classe per educare e crescere bambini è nulla". Così il vicepremier e Matteo Salvini.