Mercoledì 12 Giugno 2024

Gantz cancella il discorso sull'ultimatum a Netanyahu

Previsto stasera.L'annuncio subito dopo la notizia sugli ostaggi

Gantz cancella il discorso sull'ultimatum a Netanyahu

Gantz cancella il discorso sull'ultimatum a Netanyahu

Il ministro del Gabinetto di guerra e leader centrista Benny Gantz ha cancellato la conferenza stampa di questa sera sulla scadenza dell'ultimatum dato al premier Benyamin Netanyahu sul cambio di politica nella guerra a Gaza, pena l'uscita dal governo. L'annuncio è arrivato subito dopo la notizia che l'Idf ha liberato 4 ostaggi israeliani a Gaza. Scadeva infatti oggi, 8 giugno, l'ultimatum che il ministro centrista del Gabinetto di guerra aveva dato al premier Benyamin Netanyahu per presentare un piano per Gaza, pena l'uscita dal governo. Lo scorso 18 maggio, il leader centrista - entrato all'avvio del conflitto nel governo di emergenza nazionale - intimò a Netanyahu di "scegliere". "Altrimenti - aggiunse - usciremo dall'esecutivo". Gantz aveva indicato per il futuro politico di Gaza "una direzione Usa-Ue-araba" in contrasto con quanto sostenuto da Netanyahu contrario ad un coinvolgimento dell'Autorità nazionale palestinese nel governo della Striscia. Gantz ha sollecitato Netanyahu su sei obiettivi che riguardano politica estera e interna: rilascio degli ostaggi; sconfitta di Hamas e smilitarizzare di Gaza; alternativa di governo nell'enclave palestinese; ritorno alle loro case al nord entro il 1 settembre dei residenti israeliani sfollati per la minaccia Hezbollah; riabilitazione del Negev; promozione della normalizzazione con l'Arabia Saudita; adozione di un provvedimento per una leva militare per tutti gli israeliani, religiosi 'haredim' compresi.