Centro Delphinia, a Caivano prima pietra per simbolo riscatto

Al via la seconda fase del recupero dall'abbandono

Con l'abbattimento dell'insegna e la posa della prima pietra è partita oggi la seconda fase dell'operazione di recupero dell'ex centro Delphinia di Caivano. Da simbolo del degrado e dell'abbandono, come hanno sottolineato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri, Giovanbattista Fazzolari ed il ministro per lo Sport, Andrea Abodi, diventerà un centro sportivo e multimediale all'avanguardia che si estende su una superficie di ben 7 ettari, se si tiene conto anche del boschetto già risistemato dai carabinieri forestali. Oggi alla posa della prima pietra hanno partecipato anche tre ragazzi del quartiere che insieme ai rappresentanti di ogni forza dell'ordine hanno lasciato la loro orma della mano sul cemento fresco. Dunque, completata la prima operazione di bonifica da parte dell'esercito, ora gli uomini di Sport e Salute provvederanno alla ricostruzione che dovrà essere ultimata entro fine maggio per consentirne la fruizione a giugno secondo un preciso cronoprogramma finora rispettato con puntualità.