Il drone per le consegne a domicilio (Foto: X, the moonshot factory/YouTube)
Il drone per le consegne a domicilio (Foto: X, the moonshot factory/YouTube)

In una piccola città dell'Australia, Google ha iniziato consegnare aspirine e burrito a domicilio con una flotta di droni. Si tratta di un nuovo test nell'ambito del progetto meglio noto come Project Wing, che nelle intenzioni di Mountain View dovrebbe fare concorrenza ai postini-robot di Amazon Prime Air.

CHE COS'È PROJECT WING

È un progetto (in gergo "moonshot") gestito da X, la divisione di Alphabet che si occupa di sviluppare e sperimentare tecnologie all'avanguardia. L'idea è di spedire pacchi a domicilio in tempi rapidi, mediante l'uso di droni volanti senza pilota. I piani di Project Wing sono stati resi pubblici per la prima volta nel 2014, e a oggi si contano già diversi test in Australia, principalmente nella zona di Queanbeyan, un sobborgo rurale di Canberra che offre distese molto ampie, dove sperimentare in totale sicurezza.

BURRITO E ASPIRINE A DOMICILIO
James Ryan Burgess, che è uno dei pezzi grossi di Project Wing, ha scritto sul blog di X che la compagnia ha iniziato a collaborare con la catena alimentare messicana Guzman y Gomez e quella farmaceutica Chemist Warehouse, per cercare di portare la tecnologia a un nuovo livello. I droni hanno già spiccato il volo per recapitare medicine e pietanze in alcune case di Queanbeyan, in un'area in cui le persone affrontano di norma "un viaggio di 40 minuti in auto per qualsiasi cosa". I test coinvolgono al momento pochi fortunati, che fanno le loro ordinazioni via smartphone e, ad avvenuta consegna, forniscono suggerimenti per migliorare il servizio.

LAVORI IN CORSO

Project Wing rimane al momento un cantiere aperto e questa nuova fase servirà per fare i conti con alcuni dei problemi logistici più urgenti, come ad esempio navigare in modo autonomo tra case e alberi evitando incidenti, e consegnare la merce nel punto esatto richiesto dal cliente. Come sottolinea Burgess, le ore di volo accumulate dai droni aiuteranno gli ingegneri sviluppare un algoritmo ancora più efficiente, che garantisca sempre consegne tempestive e sicure.