Giovedì 13 Giugno 2024
GIANMARIO BONZI
Sport

Vince Shiffrin, Bassino è terza Una Coppa grandi numeri e record

Mikaela a 3 trionfi dal primato storico della Vonn, Marta con 6 podi consecutivi vede la Compagnoni a 10

Migration

di Gianmario Bonzi

La Coppa del Mondo potete già consegnargliela adesso. Discorso chiuso con largo anticipo, mentre l’Italia continua a brillare giungendo a dieci podi in 14 gare stagionali. Mikaela Shiffrin si dimostra ancora una volta atleta quasi "ingiocabile" a cavallo di Capodanno: come nel 2016, trionfa in due giganti consecutivi a Semmering, sempre con margine minimo, sempre costruendo i suoi successi principalmente sul piano iniziale, anche se ieri ha saputo vincere in rimonta dopo il 2° posto di metà gara, con il tempo complessivo di 2’03’’51, soli 10 centesimi meglio di una delusa Lara Gut (era prima dopo la manche inaugurale e ha commesso un grave errore nella seconda) e con 47 centesimi su una costante Marta Bassino, terza, al sesto podio consecutivo in gigante, con pettorale rosso (leggi primo posto nella classifica di specialità) difeso per 40 punti proprio sull’americana.

Due giorni difficili per le temperature alte, la pioggia, il vento, la nebbia, un manto che si rovinava troppo, ma alla fine lo spettacolo in Bassa Austria non è mancato nelle seconde manche dei due giganti, grazie soprattutto alla qualità delle atlete in una specialità che in questo momento è probabilmente la più aperta e ricca di talento nello sci alpino, maschi compresi.

Per Shiffrin il tassametro corre: sono 79 vittorie in Coppa del Mondo dal 2012, a -3 dal record femminile di Vonn, con 126 podi (-11 dal primato detenuto sempre da Lindsey); non solo, la vittoria di ieri lo porta a essere la seconda più vincente di sempre in gigante, a quota 16 successi nel circuito maggiore, ex aequo con Worley e Proell e dietro solo l’elvetica Vreni Schneider (20). Per Lara Gut, già prima a Killington in stagione, un’occasione mancata dopo l’ottima prima manche in cui ha saputo sfruttare al meglio un tracciato molto veloce, senza curve o quasi. Bassino si è confermata dopo il terzo posto di metà gara, rintuzzando l’attacco di una Brignone in crescita (quarta, miglior risultato a Semmering, a soli 3 centesimi da Marta) e stuzzicando paragoni pesanti, visto che meglio di lei in gigante come podi consecutivi, in Italia, ha fatto solo Deborah Compagnoni (10). Ventiquattresima la brava Asja Zenere, mentre per l’Albania Lara Colturi ha saputo rimontare dal trentesimo posto di metà gara al ventesimo finale.

Oggi la tre giorni sulla pista Panorama si conclude con lo slalom, manche alle 15 e 18.30. Cinque italiane in pista.