di Riccardo Galli Ultimo nelle prove del pomeriggio, sedicesimo tempo nella combinata dei tempi della giornata. Vabbè, mica sarà il caso di farne un dramma? Già perché anche ieri – il giorno dopo il d-day dell’annuncio dell’addio alle corse –, Valentino Rossi sotto i riflettori c’è finito per il suo futuro più che per la sua giornata da incubo, in pista. "E’ stato tutto incredibile – racconta – dopo che ho annunciato la mia scelta di chiudere a fine 2021. Ho ricevuto non so quanti messaggi......

di Riccardo Galli

Ultimo nelle prove del pomeriggio, sedicesimo tempo nella combinata dei tempi della giornata. Vabbè, mica sarà il caso di farne un dramma? Già perché anche ieri – il giorno dopo il d-day dell’annuncio dell’addio alle corse –, Valentino Rossi sotto i riflettori c’è finito per il suo futuro più che per la sua giornata da incubo, in pista.

"E’ stato tutto incredibile – racconta – dopo che ho annunciato la mia scelta di chiudere a fine 2021. Ho ricevuto non so quanti messaggi... bellissimo, sì davvero bello".

"E poi – rilancia Vale – mi ha fatto molto piacere ricevere il saluto dai miei rivali più accesi. Mi è piaciuto leggere quello che mi hanno scritto Stoner, Biaggi, Lorenzo, Dovizioso...".

Un passo indietro ed ecco il dettaglio che gli era sfuggito di raccontare quando il mondo aveva acceso il microfono di Rossi per conoscere il domani del pilota. "Graziano, mio fratello, Uccio, gli amici – sono ancora parole di Vale – hanno provato fino all’ultimo a farmi cambiare idea. Mia mamma... No, a lei non le avevo detto che cosa avevo deciso per il mio 2022. Abbiamo cenato insieme, con lei e la mia ragazza, Francesca, come al solito, prima di partire per il Gp. Ho salutato Stefania e mentre andavo via le ho fatto sapere che il giorno dopo avevo fissato una conferenza stampa...".

Un sorriso, un grazie al presidente del Coni, Malagò che lo vorrebbe ambasciatore dello sport italiano nel mondo ("vedremo che impegno è") e un applauso all’Italia che alle Olimpiadi ha conquisto ori incredibili ("quest’anno, ragazzi, fra calcio e medaglie, siamo stati un incubo per l’Inghilterra") e Vale ha chiuso così il suo venerdì di Zeltweg.

E i trionfi dell’Italia a Tokyo 2020 sono stati salutati anche da Aprilia, grande protagonista della giornata con Aleix Espargaro terzo nella combinata del venerdì alle spalle di Nakagami e Mir, mentre Savadori è stato primo assoluto nel pomeriggio, sul bagnato. Sulle ali di colore azzurro delle livree delle due Aprilia è infatti apparsa la scritta Italia. Scritta per celebrare l’Europeo di calcio e la bellissima Olimpiade degli atleti di casa nostra.

Gli altri risultati del venerdì. In ritardo le Ducati (Miller decimo e Bagnaia dodicesimo), con un passo gara vincente Marquez (sesto). Pedrosa, tornato in pista a due anni dal ritiro, chiude undicesimo.

In Moto2 comanda Bezzecchi (Sky Team-Vr46), in Moto2 vola Binder, mentre è Fenati il primo degli italiani.

In tv. Oggi ultime prove libere e qualifiche a partire dalle 9. MotoGp Q1 (14.10) e Q2 (14.35). Tutto in diretta su SkyMotoGp e su Dazn.