Jannik Sinner (Ansa)
Jannik Sinner (Ansa)

New York, 6 settembre 2021 - E' Alexander Zverev ad avanzare ai quarti di finale degli US Open 2021, dove troverà uno tra Reilly Opelka e Lloyd Harris. Niente da fare per Jannik Sinner, che cede per 3-0 (6-4; 6-4; 7-6) dimostrandosi in particolare molto sofferente nella ricezione dei servizi del tedesco, che comunque deve concedere all'altoatesino al tie-break nell'ultimo set. Qui si concentrano i principali rimpianti dell'azzurro, che sciupa diversi set point confermand un trend già emerso nella seconda frazione, quando nel decimo game non è riuscito a concretizzare il vantaggio guadagnato.

 

Primo set



Parte benissimo l'altoatesino, che chiude il primo game con una prima centrale. Decisamente più combattuto il seguente game, che va al tedesco, che poi ai vantaggi cede ancora a Sinner, che scalda il dritto e si procura due palle break: Zverev non solo le annulla ma poi si porta anche sul 2-2 grazie a due ace di fila. Il break lo trova il tedesco nel game seguente e poi, grazie ad altre due battute vincenti, arriva anche il 4-2, non senza rimpianti per Sinner, autore di un gran rovescio fuori di un soffio. L'altoatesino risponde con un ottimo turno al servizio, riducendo il gap di una lunghezza: gap che torna di due quando Zverev trova altri due ace. Nel game seguente, a proposito di battuta, Sinner mantiene a fatica la sua vincendo ai vantaggi, ma quella dell'altoatesino è una resistenza sterile che cessa nel parziale successivo, quello che fissa il risultato finale del primo set sul 6-4 in favore di Zverev.


Secondo set

 

Sinner riparte col piede giusto vincendo il primo game e sfiorando il secondo, dove un suo errore con il rovescio consente a Zverev di rifarsi sotto. Anche il tedesco sbaglia ed è proprio un suo dritto errato che riporta avanti l'altoatesino: per quest'ultimo le battute dell'avversario si confermano un rebus difficile da risolvere e così arriva il 2-2. Nel game successivo la battaglia tra il dritto di Sinner e il rovescio di Zverev raggiunge il suo culmine ed è vinta dall'altoatesino, che tuttavia non riesce a scappare cedendo poi il game seguente. La prova di Sinner cresce, come testimonia il primo ace trovato che scrive il punto del 4-3: la battuta è l'asso nella manica anche di Zverev, che pareggia subito e addirittura trova il break nel combattutissimo game seguente. A proposito di game combattuti: quello che consegna il secondo set al tedesco è lungo e sfortunato per Sinner, che sbaglia un rovescio e va sotto di 2.

Terzo set

 

Ancora una volta l'altoatesino parte bene anche grazie a due ace e ancora una volta Zverev reagisce subito e poi trova addirittura il break. Sinner soffre, va sotto per 3-1 ma poi a fatica mantiene la battuta salvo poi accusare ancora il colpo in ricezione. Zverev costruisce proprio dalla battuta il suo dominio, ma poi commette un doppio fallo e consegna il break a Sinner, che riapre il set e si porta sul 5-4. Il tedesco torna dominante in battuta ma neanche questo fondamentale può evitargli il tie-break che invece si assicura l'altoatesino con un ottimo turno di servizio. E' proprio lì che si decide la frazione, con Sinner che sciupa due set point prima di subire un gran rovescio: l'altoatesino trova subito un break, annullato dal rivale, ma il vero spreco sono i tre set point gettati alle ortiche prima che Zverev, sempre dal servizio, costruisca la sua vittoria.