Martedì 25 Giugno 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Tennis

Sinner vince il torneo Atp di Montepellier e sale in classifica

Settimo titolo in carriera per l'altoatesino, battuto Cressy 7-6, 6-3

Jannik Sinner

Jannik Sinner

Montpellier (Francia), 12 febbraio 2023 - Settimo titolo Atp in carriera per Jannik Sinner. L'altoatesino batte Maxime Cressy con il punteggio di 7-6, 6-3 nella finalissima dell'Atp 250 di Montpellier, dove nessun italiano aveva mai vinto finora. Con questo successo, il 21enne testa di serie numero 2 del torneo francese sale al 14esimo posto della classifica mondiale. Ma non c'è troppo tempo per godersi il momento: la prossima settimana l'azzurro sarà impegnato a Rotterdam, dove sfiderà nei sedicesimi di finale il transalpino Benjamin Bonzi.

La cronaca

A Sinner capitano immediatamente due palle break visti gli errori in battuta di Cressy, ma l'altoatesino non riesce a capitalizzare la ghiotta occasione. Nel quarto game il nativo di San Candido rischia seriamente di perdere il servizio, ma riesce a salvarsi dopo essere stato sotto 0-40. Servizio al quale il franco-statunitense pare invece incontenibile per la potenza che ci mette. E quando l'azzurro riesce a rispondere, il rivale fa male con delle volée. L'equilibrio comunque regna sovrano, con i due giocatori a non concedersi più chances per un break. E così si va al tie-break, nel quale il nostro portacolori comincia con le marce altissime, portandosi sul 4-0. Cressy non molla e torna a farsi minaccioso, ma Sinner non si scompone e chiude i conti sul 7-3. 

Il secondo set si apre con il medesimo copione di quello precedente. O meglio, il classe 2001 mette più pressione all'avversario nei suoi turni di battuta, approfittando anche di qualche problema alla mano destra accusato da Cressy. E finalmente Jannik si costruisce due possibilità per guadagnarsi un break di vantaggio nell'ottavo game: il franco-statunitense si difende una volta, ma la seconda manda la palla fuori. E' il momento decisivo dell'incontro, perché Sinner non si lascia scappare di mano l'occasione di mandare i titoli di coda sulla partita, che va in archivio con un secondo set da 6-3. 

Leggi anche: Mondiali di sci 2023, capolavoro di Odermatt nella discesa libera