Lorenzo Musetti
Lorenzo Musetti

Lione, 22 maggio 2021 – Manca ancora qualche tassello al tennis e alla mentalità di Lorenzo Musetti per avere la meglio di Stefanos Tsitsipas. Dopo la sconfitta di Acapulco è arrivata quella nella semifinale del torneo 250 su terra rossa di Lione. Un ottimo Musetti nel primo set, poi il crollo verticale. Tutta esperienza per il tennista di Carrara.

Musetti on fire

E dire che la prima parte di match lasciava ben presagire. Musetti prova fin da subito a usare la smorzata, con buoni risultati, Tsitsipas mette sette prime palle sui primi otto servizi. Non c’è aria di break fino al 2-2, quando il greco vede incepparsi improvvisamente il servizio. Tsitsipas sbaglia tre prime su quattro e commette due doppi falli consecutivi, due palle break Musetti. L’azzurro però trova il nastro sulla smorzata e il pallonetto esce di un centimetro, Tsitsipas si salva momentaneamente ma il diritto non gli entra e allora Musetti, alla terza palla break, trova il vincente lungo linea. Per Musetti spunta anche un efficace serve and volley, oltre che un rovescio devastante: 5-3. Tsitsipas tiene la battuta e costringe l’italiano a servire per il set sul 5-4, ed è qui che il greco alza il livello conquistandosi la palla del contro break. Musetti reagisce, due diritti e una prima di servizio per il parziale: 6-4.

Tsitsipas rimonta

 

Tanti possibili turning point nel secondo set, a partire da palla break Musetti sull’1-1, annullata col servizio. Poi il game prosegue di grandi colpi ma Tsitsipas si salva. Passata la paura il greco scappa nel terzo game con un paio di errori dell’avversario, tra questi una smorzata mal eseguita che significa break. Tsitsipas vola col suo tennis e scappa 4-1, ma Musetti ha un sussulto e riesce al settimo game a trovare il controbreak per il 4-3. Il greco però non molla, attacca e conquista tre palle break consecutive, basta la prima con un passante incrociato di diritto. Stavolta non c’è modo per Musetti di recuperare, Tsitsipas chiude il secondo set 6-3 e impatta la partita. L’inerzia è totalmente cambiata e il terzo set lo conferma. Palla break in apertura di terzo, inopinato serve and volley di Musetti che si fa infilare dal passante di Tsitsipas. La partita viene sfilata di mano dall’azzurro che improvvisamente si fa travolgere dalla solidità del greco che si invola in poco tempo addirittura sul quattro a zero con doppio break a favore. Il match non c’è più, il finale è una passerella per il greco che senza penare troppo chiude 4-6, 6-3, 6-0 in 1h43’. E’ la 32esima vittoria stagionale di Tsitsipas su 40 partite giocate, per Musetti una sconfitta che servirà da lezione.