Pietro Sandei
Pietro Sandei
di Paolo Manili Il salto ostacoli azzurro nel fine settimana vede impegnato un nutrito lotto di "big" in diversi appuntamenti. La prima trasferta è in Belgio, per il Knokke Hippique Jumping in casa di Stephan Conter, "patron" della scuderia Stephex Stables. Per la prima di tre settimane di competizioni saranno in campo molte "star" europee e non solo: oltre a Lorenzo De Luca, che della Stephex Stables è uno dei portacolori (con Malissa de Muze e Nuance Bleue VDM Z), sono...

di Paolo Manili

Il salto ostacoli azzurro nel fine settimana vede impegnato un nutrito lotto di "big" in diversi appuntamenti. La prima trasferta è in Belgio, per il Knokke Hippique Jumping in casa di Stephan Conter, "patron" della scuderia Stephex Stables. Per la prima di tre settimane di competizioni saranno in campo molte "star" europee e non solo: oltre a Lorenzo De Luca, che della Stephex Stables è uno dei portacolori (con Malissa de Muze e Nuance Bleue VDM Z), sono arrivati dall’Italia Bucci (Cochello e Naiade d’Elsendam) e Gaudiano (Chalou e Nikolaj de Music) che gareggeranno nelle prove a "cinque stelle", mentre in quelle a "tre stelle" ci saranno, anche Garofalo e Tabarini in sella ai loro cavalli "coming-up", sui quali puntare per il futuro. Nelle stesse giornate a Parigi si svolge la tappa del Longines Global Champions Tour & Champions League: sotto la Torre Eiffel sono al via Filippo Bologni (Quilazio e Diplomat) e Alberto Zorzi (Cinsey e Clarina). Il terzo appuntamento di spicco è in casa nostra, a Gorla Minore, Varese, dove va in scena il Csio giovanile e pony, al quale partecipano diverse rappresentative azzurre.

L’evento assume particolare importanza in vista degli Europei di categoria.

Passando sul fronte del completo, disciplina nella quale l’Italia è qualificata per i Giochi di Tokyo e deve definire la squadra - i nostri binomi danno battaglia ad Avenches, che a settembre sarà sede degli Europei (Bertoli, Brambilla, Brecciaroli, Cappai, Gregoroni, Luciani e Sandei e la Schivo), mentre altri binomi sono a Strzegom, Polonia (la Palli, Cincinnati, Gatti, Paparella, Portale, Riganelli, Guglielmi e altri).

Saranno due gli azzurri in campo nell’appuntamento internazionale di dressage in programma a Brno in Repubblica Ceca. Al CDI3 prenderà parte Elena Trius su Bequepe. L’amazzone azzurra parteciperà al Grand Prix qualificante per il Grand Prix Special. Sempre a Brno, ma nel CDI pony, al via Ludovica Camerlengo. Ai suoi ordini ci sarà Chantre 31.

Intanto a Roma il presidente Mattarella ha consegnato la bandiera Italiana agli atleti paralimpici selezionati per Tokyo: accanto a lui c’era la due volte campionessa iridata di para-dressage Sara Morganti, delle Fiamme Azzurre, che di tutti gli atleti paralimpici italiani è la rappresentante in seno al Cip. La bandiera alla cerimonia d’apertura dei Giochi paralimpici sarà portata da Bebe Vio e Federico Morlacchi.