Falsa partenza per il team europeo nella 43ª edizione della Ryder Cup, iniziata ieri in Wisconsin a Whistling Straits. La competizione mette di fronte la squadra statunitense a quella europea, entrambe composte da 12 giocatori. Si gioca con formula match play e un punto per ogni incontro vinto o mezzo in caso di parità. Le prime 2 giornate sono dedicate agli incontri di doppio. L’inizio non è stato esaltante per i giocatori del Vecchio Continente che sono stati sconfitti in 4 match su 4. Tanti gli europei che hanno deluso a cominciare da McIlroy e Poulter, sotto di 5 punti in altrettante buche giocate. Casey e l’esordiente Hovland (nella foto) si sono arresi allo strapotere di Johnson e Morikawa. Deludenti gli inglesi Westwood e Fitzpatrick superati più per demeriti loro che meriti degli avversari. Unico acuto degli spagnoli Rahm e Garcia per l’unico punto della prima mattinata di gioco.

Andrea Ronchi