Giovedì 20 Giugno 2024
FILIPPO MONETTI
Sport

Roma, scelte di mercato e conferme passano dal nuovo sì di Mourinho

Il tecnico è la chiave per le strategie future del club

Josè Mourinho

Josè Mourinho

Roma, 23 marzo 2023 - La Roma e Dan Friedkin credono nel progetto Mourinho, anche se i risultati delle ultime settimane non sono stati sempre dei migliori. Per il tecnico sarebbe già pronta una proposta di rinnovo, ma le due parti si incontreranno più avanti, quando la mente sarà più fredda e le posizioni in classifica meglio delineate. Il tecnico per restare chiede garanzie, anche dal punto di vista del mercato, con alcune pedine dell'attuale rosa da dover confermare a tutti i costi.

Il primo giocatore sulla lista degli elementi da mantenere in giallorosso anche per la prossima stagione è senza dubbio Paulo Dybala. L'argentino è senza dubbio tra i migliori interpreti nella stagione romanista e dopo un paio di stagioni al di sotto delle aspettative in maglia Juventus, alla Roma sta tornando sui suoi livelli. L'argentino però ha una pesante clausola risolutiva per l'estero di appena 12 milioni di euro. Una prospettiva molto invitante per alcuni club stranieri in cerca di un fantasista di alto livello a prezzo di saldo. Il futuro della "Joya" però potrebbe essere legato a quello del tecnico portoghese. L'amore tecnico tra i due è sbocciato lentamente, ma ora sembrano essere diventati perfettamente compatibili: il sudamericano è libero di inventare in attacco, mentre l'allenatore dispiega la manovra offensiva per renderlo il fulcro di ogni azione. La sensazione è che non possa esserci la conferma di uno senza l'altro e viceversa.

Il destino di Dybala non è però il solo apparentemente legato a quello di Mourinho. Anche la permanenza di Nemanja Matic potrebbe essere subordinata a quella dello Special One. Il serbo è un fedelissimo del portoghese, che lo ha già allenato sia al Chelsea, sia al Manchester United, e ha un contratto in scadenza questa estate. Il centrocampista al momento è felice a Roma e non ha mai lasciato intendere di voler cambiare aria. La sensazione è che la permanenza del giocatore potrebbe essere incentivata dalla conferma del tecnico di Setubal. Anche El Shaarawy andrà in scadenza a giugno e nelle ultime partite sta cercando di dimostrare a suon di prestazioni di alto livello la conferma. I giallorossi possono attivare l'opzione di rinnovo per un'altra stagione fino al 7 giugno e al momento, con il giocatore che potrebbe decidere anche di ridursi l'inganno. 

Leggermente diversa la situazione di Tammy Abraham. Il giocatore è reduce da diverse settimane di prestazioni al di sotto delle aspettative. La Roma in estate dovrà necessariamente fare plusvalenza e una delle strade più facili da percorrere potrebbe vedere proprio l'inglese a lasciare Roma. Anche se il Chelsea non avesse intenzione di esercitare il proprio diritto di riacquisto di 80 milioni, altri club della Premier League sono interessati al 9 giallorosso e potrebbero sborsare ben più dei 40 milioni spesi in estate dai capitolini per trattenerlo a Trigoria. L'obiettivo in questo caso di Mourinho sarà quello di rivitalizzare Abraham per poter strappare una cifra alta a fine stagione. Sulle tracce dell'inglese al momento ci sarebbero Aston Villa e Manchester United

Anche la sua alternativa in attacco non sarebbe sicura della permanenza a Roma. Le ultime partite hanno dimostrato come Andrea Belotti si sia conquistato la fiducia dello Special One. La clausola di rinnovo però scatta al raggiungimento delle 21 presenze da almeno 45 minuti, ora è fermo a 13, e ad un minimo di gol. La situazione per ora è in bilico e non è da escludere nemmeno l’ipotesi di svincolo a fine stagione, per uscire da un contratto pesante. Anche Solbakken dovrà conquistarsi sul campo la riconferma, per evitare un destino come quello di Shomurodov. Il norvegese dovrà dimostrare di essere all'altezza dei giallorossi, oppure potrebbe essere pronta la soluzione in prestito. Per l'uzbeko invece, finito il prestito allo Spezia, in estate tornerà a Roma, dove gli verrà cercata una cessione a titolo definitivo.

Per quanto riguarda il mercato in entrata invece, registrato l'interesse per Mateo Retegui, attualmente al Tigre ma di proprietà del Boca Juniors e pronto al debutto oggi con la maglia azzurra, i giallorossi starebbero seguendo un altro talento convocato in azzurro per questa finestra Nazionali. Si tratta di Simone Pafundi, attaccante classe 2006 dell'Udinese. Il giocatore ha bruciato le tappe e già debuttato in Serie A, attirando su di sé gli occhi delle big. Dai friulani però è arrivata una brusca frenata nei confronti di tutte le interessate, Vittorio Pozzo ha dichiarato che il ragazzo è incedibile, almeno nel futuro prossimo.