Paulo Dybala:. covid, infortunio,. mancato rinnovo e ora festa vietata. Che anno no
Paulo Dybala:. covid, infortunio,. mancato rinnovo e ora festa vietata. Che anno no
La Juventus lascerà fuori McKennie, Dybala e Arthur per la gara di oggi alle 18 contro il Torino. Lo ha annunciato Andrea Pirlo: "Prendo subito la parola per parlare della cosa successa l‘altra sera, almeno poi pensiamo alla partita - ha esordito -. I tre giocatori coinvolti non sono convocati per la partita e vedremo quando torneranno a lavorare. Da adesso in poi parliamo della partita e non voglio più avere a che fare con questo discorso". La festa organizzata a casa di McKennie, dunque, è costata cara ai tre giocatori ma anche alla Juventus che avrà dunque una scelta più limitata per la sfida contro un Torino che con l‘arrivo...

La Juventus lascerà fuori McKennie, Dybala e Arthur per la gara di oggi alle 18 contro il Torino. Lo ha annunciato Andrea Pirlo: "Prendo subito la parola per parlare della cosa successa l‘altra sera, almeno poi pensiamo alla partita - ha esordito -. I tre giocatori coinvolti non sono convocati per la partita e vedremo quando torneranno a lavorare. Da adesso in poi parliamo della partita e non voglio più avere a che fare con questo discorso". La festa organizzata a casa di McKennie, dunque, è costata cara ai tre giocatori ma anche alla Juventus che avrà dunque una scelta più limitata per la sfida contro un Torino che con l‘arrivo di Davide Nicola in panchina è cambiato rispetto all‘era Giampaolo "perchè i due allenatori sono completamente diversi e giocano con moduli diversi. Le squadre di Nicola hanno un‘impronta ben precisa, ha fatto bene gli scorsi anni con le squadre che ha allenato e sappiamo bene cosa troveremo in campo. Dovremo affrontarla con grande rabbia perchè dopo il Benevento abbiamo voglia di rivalsa, in più è un derby e va sempre giocato con aggressività e voglia di vincere".

Nessun confronto con la squadra per ricordare l‘importanza della partita: "Non c‘è stato perchè i giocatori sono arrivati solo ieri l’altro, c‘è stato modo di parlare con tutti singolarmente però non abbiamo affrontato altri argomenti. Sappiamo l‘importanza della gara e di quello che è successo nelle settimane precedenti" ha aggiunto Pirlo che chiede da qui a fine stagione "di vincere tutte le partite. Poi vediamo cosa succede davanti e dietro. Giochiamo partita per partita e proviamo a fare più punti. Il nostro obiettivo non cambia". La Juventus è chiamata a voltare pagina dopo la figuraccia con il Benevento, ha archiviato un mese di marzo disastroso tra l’eliminazione in Champions League e poi l’addio ai sogni scudetto, ma per l‘allenatore "ci sarà grande orgoglio. Questa è una squadra di campioni che hanno già affrontato momenti come questi. Chiaro che non ci piace perdere questo tipo di gare, ma il gruppo è composto da grandi giocatori e vuole dimostrare che può fare meglio". Pirlo potrà contare su Alex Sandro che "ha recuperato dall‘infortunio ed è uno dei pochi che si è allenato regolarmente". Su una ipotesi Danilo a centrocampo, il tecnico non si è sbilanciato: "Anche lui è a disposizione e dopo gli ultimi tamponi vedremo". Di certo, tra una gaffe e l’altra, la Juve rischia di restare fuori anche dalla prossima Champions League: e questa sarebbe una botta terribile per la società e per Ronaldo.

Le probabili formazioni.

Torino (3-5-2): 39 Sirigu; 5 Izzo, 99 Buongiorno, 3 Bremer; 15 Ansaldi, 88 Rincon, 38 Mandragora, 8 Baselli, 29 Murru; 19 Sanabria, 9 Belotti (18 Ujkani, 32 Milinkovic-Savic, 4 Lyanco, 7 Lukic, 10 Gojak, 11 Zaza, 13 Rodriguez, 24 Verdi, 26 Bonazzoli, 27 Vojvoda, 33 Nkoulou, 77 Linetty). All.: Nicola.

Juventus (4-4-2): 1 Szczesny; 13 Danilo, 4 De Ligt, 3 Chiellini, 12 Alex Sandro; 16 Cuadrado, 30 Bentancur, 25 Rabiot, 22 Chiesa; 9 Morata, 7 Ronaldo (31 Pinsoglio, 42 Garofani, 8 Ramsey, 33 Bernardeschi, 36 Di Pardo, 37 Dragusin, 38 Frabotta, 41 Fagioli, 44 Kulusevski) All.: Pirlo. Arbitro: Fabbri di Ravenna.

Tv: Dazn (canale 209 di Sky)