Nuovo intervento, il terzo, per Marc Marquez, il pluricampione della MotoGp costretto a perdere quasi tutta la stagione per l’infortunio subito il 19 luglio 2020 a Jerez, prima gara del Mondiale 2020 da poco concluso. Il pilota spagnolo della Honda – come spiegato dal team giapponese – è stato operato al braccio destro a seguito della lenta guarigione dell’osso dell’omero, che non è migliorata con il trattamento specifico ad onde d’urto. L’intervento, a Madrid, è consistito nella rimozione della placca precedente e nel posizionamento di una nuova con tanto di innesto osseo di cresta iliaca. Le prime due operazioni infatti, anziché risolvere il problema, lo avevano complicato. I tempi di recupero ora saranno lunghi: almeno 6 mesi, con il rischio quasi certo di saltare l’inizio della stagione. Un calvario per il campionissimo (in foto Epa), la cui carriera già straordinaria è stata messa a forte rischio dal voler tornare in pista troppo presto.