di Riccardo Galli Nasce in Spagna ma parla solo e soltanto italiano il team che per primo – ieri – ha alzato il sipario sul 2021 della MotoGp. Già perche sulle Ducati Avintia-Esponsorama, ovvero la seconda squadra satellite della casa di Borgo Panigale, ci sono Enea Bastianini, campione del Mondo 2020 di Moto2, e Luca Marini, fratello di Valentino Rossi e portacolori nell’ Avintia Racing del Team Sky-Vr46,...

di Riccardo Galli

Nasce in Spagna ma parla solo e soltanto italiano il team che per primo – ieri – ha alzato il sipario sul 2021 della MotoGp. Già perche sulle Ducati Avintia-Esponsorama, ovvero la seconda squadra satellite della casa di Borgo Panigale, ci sono Enea Bastianini, campione del Mondo 2020 di Moto2, e Luca Marini, fratello di Valentino Rossi e portacolori nell’ Avintia Racing del Team Sky-Vr46, che così, proprio grazie alla presenza in pista di Marini, debutta nella classe regina del Mondiale. Enea e Luca, insomma, sbarcano in MotoGp con idee e ambizioni dopo aver recitato un ruolo da protagonisti in Moto2. "Non vedo l’ora di iniziare questa nuova stagione con Sky VR46 Avintia – sono state le prima parole del fratello di Valentino –: è stata dura aspettare tutti questi mesi senza poter provare la Ducati a fine novembre come in una stagione normale". "Ho passato tutto l’inverno a pensare come sarebbe stato il primo giorno di test – ha aggiunto –. Con il supporto dell’Academy mi sto allenando duramente per essere pronto fisicamente e mentalmente". Tutto questo senza dimenticare che per la prima volta, Luca e Vale saranno fratelli contro nella classe più importante del Mondiale e che Marini, forse, qualche dispettuccio a Rossi (proprio come nelle sfide al ranch) cercherà di fargleilo. "Io – riprende – cercherò di impegnarmi al massimo soprattutto perché avrò e voglio crescere. Scoprire tutto, conoscere la MotoGp... Lo dico sin ceramente, mi voglio godere questa prima stagione sul palcoscenico più importante del motomondiale perchè essere qui è... incredibile". Sulla livrea della Ducati di Marini, spicca appunto il logo dello Sky-Vr46, mentre su quella di Bastianini c’è tutto il blu di Avintia. "E’ un sogno bellissimo – sono parole di Enea – essere arrivato in MotoGp. Anzi, diciamolo pure: era il mio sogno e adesso che l’ho realizzatto mi sembra tutto incredibile. Non vedo l’ora di iniziare, di cominciare la battaglia, anche se so che non sarà facile, ma mi piace non mettermi limiti e pensare che potrei regalarmi qualcosa di importante".