L’accensione della torcia nell’antica Olimpia: pochi ospiti ammessi causa pandemia
L’accensione della torcia nell’antica Olimpia: pochi ospiti ammessi causa pandemia

E’ iniziato il viaggio verso i Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022. La fiamma olimpica della rassegna a cinque cerchi che prenderà il via tra poco più di 100 giorni, il 4 febbraio, in Cina è stata accesa ieri nell’antica Olimpia, in Grecia.

A causa delle restrizioni previste per il contrasto del Covid, la cerimonia si è svolta in condizioni rigorose e alla presenza di una delegazione ridotta, a partire dal presidente del Comitato Olimpico Internazionale (Cio), Thomas Bach, il presidente della Repubblica ellenica, Katerina Sakellaropoulou, i membri del Comitato Esecutivo del Cio.

Dopo essere stata accesa dalla Gran Sacerdotessa, la torcia olimpica ha iniziato il suo percorso con lo sciatore greco Ioannis Antoniou, atleta olimpionico che è stato anche il primo tedoforo per i Giochi Olimpici Invernali di Sochi 2014 per poi passare al cinese Li Jiajun, vincitore di cinque medaglie nello speed skating alle Olimpiadi invernali del 1998, 2002 e 2006. Oggi la fiamma sarà consegnata ufficialmente al Comitato Organizzatore di Pechino 2022 e partirà alla volta della Cina, dove il 20 ottobre si terrà una cerimonia di benvenuto, con la fiamma inizialmente esposta al pubblico presso la Torre Olimpica di Pechino prima di partire per un tour nel Paese.