Milano, 16 aprile 2018 - La 33esima giornata della Serie A 2017/18 si apre con l'anticipo del martedì sera (fischio d'inizio alle 20.45) che vede l'Inter ospitare il Cagliari al Meazza. I nerazzurri sono i favoriti della vigilia ma vengono da un periodo poco brillante che li ha visti raccogliere solamente due punti nelle ultime tre partite senza segnare nemmeno un gol. Momentaneamente al quinto posto, gli uomini di Spalletti devono premere sull'acceleratore per guadagnare tre punti importantissimi nella rincorsa alle dirette concorrenti per un posto nella prossima Champions League, Roma e Lazio, oltre a tenere d'occhio il Milan, distante sette lunghezze ma favorito da un calendario più agevole sulla carta. I sardi, dal canto loro, hanno bisogno di punti per conquistare la salvezza matematica (al momento il Crotone terzultimo è a 5 punti di distanza) ma devono fare i conti con le numerose defezioni che hanno colpito il centrocampo.

Dove vederla. La partita è disponibile sia su Mediaset Premium che su Sky ai rispettivi canali Premium Sport, Sky Calcio 1 e Sky Sport 1. È possibile inoltre seguire il match in streaming grazie ai servizi Premium Play e SkyGo.

Queste le probabili formazioni:

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skiniar, Miranda, D'Ambrosio; Gagliardini, Brozovic; Candreva, Rafinha, Perisic; Icardi. Allenatore: Spalletti.

Cagliari (3-5-2): Cragno; Pisacane, Ceppitelli, Castan; Faragò, Ionita, Cossu, Padoin, Lykogiannis; Han, Pavoletti. Allenatore: Lopez.

Arbitro: Pasqua di Tivoli

In tv: Premium Sport, Sky Sport 1 e Sky Calcio 1

Juve-Sampdoria 3-0, Khedira (LaPresse)

SPALLETTI: "L'INTER NON HA IL MAL DI GOL" - "A questo punto della stagione, non si può più gestire niente. Restano sei partite da giocare con la vittoria come unico obiettivo. Veniamo da qualche risultato non pieno ma non dobbiamo fare confusione. Come prestazioni siamo a posto. Poi, è chiaro che il gol fa la differenza". Queste le parole dell'allenatore dell'Inter, Luciano Spalletti, nella consueta conferenza stampa alla vigilia del match col Cagliari. "Questo gruppo - aggiunge - ha qualità ma la qualità è eccelsa quando è tecnica, caratteriale, fisica e soprattutto costante nel tempo. Lo chiede la classifica". Il club nerazzurro viene da un momento non particolarmente brillante nel quale sono arrivati solo due punti nelle ultime tre uscite di campionato, partite che hanno sempre visto la squadra rimanere a secco senza segnare nemmeno una singola rete. Il dato non è sfuggito agli addetti ai lavori i quali hanno individuato nel 'mal di gol' la causa dei problemi, Icardi e compagni infatti non sono riusciti a trovare la via del gol in ben 9 occasioni in questo campionato contro le 5 dello scorso anno. Il tecnico toscano però, smentisce tale problematica ritenendo che i suoi giocatori debbano solamente costruire piu' chance volte a finalizzare il gioco: "Chi ha fatto più gol di noi? Solo tre squadre, Lazio, Napoli e Juve - spiega - come hanno sempre fatto negli ultimi anni. La Lazio, per segnare tutti questi gol - rilancia - quanti ne ha presi? Abbiamo segnato gli stessi gol della Roma. A volte, sembra il contrario. Certo, servono soluzioni ancora più creative ma abbiamo la preparazione giusta. Non c'è alcun coniglio da tirare fuori dal cilindro". Spalletti dovrebbe affidarsi al solito 4-2-3-1 con il rientro però di Cancelo nel ruolo di terzino (contro l'Atalanta aveva fatto parte del tridente dietro alla punta) e i ritorni di Candreva e Brozovic nell'undici titolare.

Inter, Spalletti: "Vincere col Cagliari. Rafinha? Non si preoccupi del gol sbagliato"

CAGLIARI, EMERGENZA CENTROCAMPO - Appuntamento tutt'altro che facile per il Cagliari di Diego Lopez, non solo per il livello dell'avversario ma anche per le numerose assenze che hanno letteralmente privato il tecnico di quasi tutte le possibili opzioni per il centrocampo. Infatti, oltre agli squalificati Cigarini e Barella, sono indisponibili anche gli acciaccati Deiola e Dessena. Per fronteggiare tale emergenza, Lopez potrebbe ricorrere ad un azzardo particolare: rilanciare il quasi 38enne Andrea Cossu in cabina di regia davanti alla difesa. Il tecnico rossoblù non si sbilancia però particolarmente: "Ci sarà qualche cambio, può essere una bella opportunità per chi ha giocato meno - le parole dell'allenatore nella conferenza stampa della vigilia - ma, a prescindere dagli uomini, conterà l'atteggiamento". Lopez ritiene inoltre che il suo Cagliari abbia più bisogno di quei punti di quanto si creda: "Non è vero che non abbiamo niente da perdere, ogni partita vale tre punti e noi vogliamo muovere la classifica. Ci aspetta una gara difficile contro una grande squadra, ma andremo a Milano determinati e con la voglia di fare punti. All'andata almeno per mezz'ora abbiamo fatto bene. Dovremo essere compatti e determinati e giocare a calcio. Icardi? Abbiamo visto all'andata, è capace di tramutare in gol una mezza occasione. Il discorso salvezza non è chiuso: bisogna conquistarla al più presto e con prestazioni convincenti".