Nino Bertasio
Nino Bertasio

PRIMO GIRO: Ottimo avvio di Nino Bertasio, secondo con 63 (-8) colpi alla pari con il sudafricano JC Ritchie, nel South African Open, torneo in collaborazione tra European Tour e Sunshine Tour che si sta disputando con la partecipazione di 240 concorrenti sui due percorsi dei Randpark GC (Firethorn Course e Bushwillow Course, entrambi par 71), a Johannesburg in Sudafrica, e dove è al comando con 62 (-9) il 27enne statunitense Johannes Veerman. In buona classifica Philip Geerts, 21° con 66 (-5), e Lorenzo Scalise, 47° con 68 (-3), mentre dovranno cambiar marcia, per non uscire di scena, Francesco Laporta, 138° con 71 (par), e Aron Zemmer, 187° con 73 (+2).

In quarta posizione con 64 (-7) i sudafricani Toto Thimba Jr, Rourke Van der Spuy e Branden Grace, l’inglese Sam Horsfield, il cileno Matias Calderon e il greco Peter Karmis e in decima con 65 (-6) l’altro sudafricano Louis Ooshuizen, campione in carica, affiancato, tra gli altri, dal connazionale George Coetzee, dall’emergente 18enne danese Rasmus Hojgaard e dal finlandese Tapio Pulkkanen.

Veerman, approdato sull’European Tour con la 19ª piazza alla Qualifying School, ha realizzato nove birdie senza bogey sul Bushwillow Course e sul medesimo campo Bertasio ha messo insieme un eagle, sette birdie e un bogey. Al Firethorn Course sette birdie e due bogey per Geerts, cinque birdie e due bogey per Scalise e due birdie e altrettanti bogey per Laporta. Infine due birdie e quattro bogey per Zemmer al Bushwillow Course. Il montepremi è di 17.500.000 rand (circa 1.100.000 euro).

Il torneo su GOLFTV – Il South African Open viene trasmesso in diretta e in esclusiva su GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it). Seconda giornata: venerdì 10 gennaio, dalle ore 11 alle ore 16.

PROLOGO: L’European Tour riparte dal Sudafrica con il South African Open (9-12 gennaio) al quale partecipano di 240 concorrenti che si alterneranno sui due percorsi dei Randpark GC (Firethorn Course, Bushwillow Course) a Johannesburg in Sudafrica. In gara cinque azzurri: Nino Bertasio, Aron Zemmer. Lorenzo Scalise, Francesco Laporta, che ha svolto parte della sua attività iniziale in questa nazione, e Philip Geerts, che invece ha la ‘carta’ per il Sunshine Tour.

E’ il secondo torneo più longevo dell’European Tour dopo l’Open Championship, organizzato in collaborazione con il Sunshine Tour, nato nel 1893, ma entrato nel circuito nel 1997, il cui titolo è il più ambito dai giocatori di casa, come testimonia un albo d’oro ricco dei loro campioni più famosi. L’ultimo a imporsi è stato Louis Oosthuizen che, per puntare al bis, dovrà soprattutto guardarsi dai suoi connazionali, ovviamente in gran numero, tra i quali vanno ricordati Branden Grace, Erik Van Rooyen, Justin Harding, Zander Lombard, Brandon Stone, Hennie Otto, vincitore di due Open d’Italia, Justin Walters, Christiaan Bezuidenhout e Charl Schwartzel. Assente Ernie Els, che sarebbe stato sicuramente il più seguito dai fans di casa, ma costoro potranno vedere all’opera il nipote Jovan Rebula. 

Proveranno a guastare la festa ai sudafricani gli inglesi Chris Wood, Eddie Pepperell, Lee Slattery, Andy Sullivan e Chris Paisley, a segno nel 2018, il belga Thomas Detry, il finlandese Tapio Pulkkanen, il francese Adrien Saddier e il malese Gavin Green. Meritano attenzione anche l’australiano Maverick Antcliff, dominatore del China Tour 2019 (tre successi e numero 1 della money list), e i gemelli danesi Rasmus (già a segno nel Mauritius Open a dicembre) e Nicolai Hojgaard.