di Mattia Todisco Olivier Giroud diventerà un nuovo attaccante del Milan. I rossoneri hanno trovato un accordo con il Chelsea per il cartellino: un milione più un altro di bonus. Il francese, 35 anni a settembre e fresco campione d’Europa con i londinesi, firmerà un contratto triennale a 3,5 milioni a stagione. Riuscirà finalmente a sbarcare in un campionato al quale è stato ripetutamente accostato negli anni, tra abboccamenti e trattative vere e proprie. Il Chelsea...

di Mattia Todisco

Olivier Giroud diventerà un nuovo attaccante del Milan. I rossoneri hanno trovato un accordo con il Chelsea per il cartellino: un milione più un altro di bonus. Il francese, 35 anni a settembre e fresco campione d’Europa con i londinesi, firmerà un contratto triennale a 3,5 milioni a stagione. Riuscirà finalmente a sbarcare in un campionato al quale è stato ripetutamente accostato negli anni, tra abboccamenti e trattative vere e proprie. Il Chelsea ha però sempre preteso un indennizzo, nonostante il giocatore spingesse per cercare più spazio altrove. Alla fine ha ottenuto il "gettone" che voleva. Nello stesso giorno è diventato ufficiale il riscatto di Lorenzo Tonali, nell’ultima stagione già in rossonero ma in prestito, dal Brescia. Ora la società potrà concentrarsi sulla caccia al post-Calhanoglu, visto che la casella lasciata libera da Donnarumma è stata riempita con Maignan. A destra è sempre più vicino al rinnovo Davide Calabria, sta per legarsi al Diavolo fino al 2025.

La prossima settimana potrebbe invece essere quella determinante per i destini di Manuel Locatelli. Le parti non si nascondono. Giovanni Carnevali, amministratore delegato del Sassuolo, ha ammesso contatti con la Juventus e che ci sarà a breve un nuovo incontro. Sulla valutazione c’è un’intesa di massima attorno ai 40 milioni di euro, che non dovrebbe cambiare al termine dell’Europeo. Manca una sola partita, il ragazzo ha cominciato molto bene ma poi è stato scavalcato nelle gerarchie dal rientro a disposizione di Verratti. Le società che dall’estero hanno mostrato interesse sono state ricacciate indietro dallo stesso giocatore, che ha espresso il proprio favore per la Torino bianconera.

Al momento tutto fa pensare che sotto la Mole resterà anche Cristiano Ronaldo. Il portoghese non ha fatto sapere nulla alla Juventus rispetto alle proprie volontà e il club non gli ha chiesto di andarsene. Ad oggi, è atteso al raduno del 14 luglio.

Quanto all’Inter, la dirigenza è concentrata sulla ricerca di un erede per Hakimi, trasferitosi definitivamente al Paris Saint-Germain. Ci si prenderà qualche settimana di tempo, anche per capire se si chiuderanno effettivamente le tante trattative aperte per le cessioni (Joao Mario al Benfica, Nainggolan al Cagliari, Vanheusden allo Spezia, Dalbert al Cska Mosca). I nomi restano quelli di Bellerin, Zappacosta e Dumfries.