Enrico Preziosi, presidente del Genoa (Ansa)
Enrico Preziosi, presidente del Genoa (Ansa)

Roma, 28 settembre 2020 - Non solo Mattia Perin e Lasse Schone. Il Coronavirus colpisce il Genoa che annuncia in una nota che, "dopo gli accertamenti odierni il numero di tesserati positivi a Covid-19 è salito a quattordici tesserati tra componenti team e staff. La società ha attivato tutte le procedure previste dal protocollo in vigore e informato le autorità per le procedure correlate. Il club fornirà prossimi aggiornamenti dettati dall'evoluzione".

Dalle ultime informazioni, sarebbero sei i giocatori del Genoa scesi in campo ieri a Napoli risultati positivi al Covid-19. Con Mattia Perin e Lasse Schone, che erano rimasti a casa, i calciatori della prima squadra positivi al test sono otto in totale. Totale riserbo e appello alla privacy sui nomi. A loro si aggiungono quattro membri dello staff tecnico e due dello staff medico, per un totale di 14 persone, come come comunicato dal club. Il prossimo impegno del Genoa sarebbe (ora il condizionale è d'obbligo) quello di sabato al Ferraris contro il Torino.

Si attende anche di capire se e quale è stato l'effetto domino sui giocatori del Napoli che ieri hanno incrociato al San Paolo i genoani: domenica sera c'è Juve-Napoli, e il timore è la necessità di rinviare anche il match clou della terza giornata. di serie A. Domani lo staff medico azzurro farà i tamponi, peraltro programmati anche al di là del nuovo protocollo più leggero, a tutto il club aspettando con ansia i risultati, sempre domani è prevista la ripresa degli allenamenti in vista della sfida alla Juventus di domenica. 

Intanto, anche dieci calciatori della Premier League sono risultati positivi al Coronavirus dopo i tamponi effettuati "tra lunedì 21 settembre e domenica 27". Lo rende noto la Premier League specificando che nello stesso periodo sono state sottoposte a test 1.595 persone in tutto, fra giocatori e membri degli staff delle vari squadre. Tutti coloro che sono risultati positivi sono già stati messi in isolamento. Nei giorni scorsi erano filtrati i nomi del tecnico del West Ham David Moyes e dei suoi giocatori Issa Diop e Josh Cullen, e di Ilkay Gundogan del Manchester City. Il numero dei positivi annunciato oggi, appunto dieci, è il più alto da quando i club inglesi hanno ripreso ad allenarsi dopo il lockdown. "La Premier League fornisce queste informazioni aggregate ai fini dell'integrità e della trasparenza della concorrenza. La Lega - come si legge nella nota - non fornirà dettagli specifici sui club o sugli individui e i risultati saranno resi pubblici dopo ogni round di test".