Charles Leclerc (Ansa)
Charles Leclerc (Ansa)

Silverstone, 2 agosto 2020 - Rocambolesco finale per il Gp di Gran Bretagna di F1, vinto da Lewis Hamilton davanti a Max Verstappen e Charles Leclerc. Ecco le pagelle della gara di Silverstone.

10 LECLERC. Per la dignitosissima tenacia con la quale tiene in strada una gran brutta macchina e artiglia in extremis un podio insperato.

9 HAMILTON. Anche fortunato. Vince su...tre ruote, graziato dall’eccesso di prudenza della Red Bull. Gli va sempre tutto bene.

8 VERSTAPPEN. Dovrebbe arrabbiarsi con i suoi ingegneri, che per fargli fare il giro veloce in extremis gli negano la chance della clamorosa vittoria. Beffato.

7 GASLY. Con la ex Minardi, oggi Alpha Tauri, si diverte con bei sorpassi. Uno, simbolico!, ai danni della Ferrari di Seb Vettel...

7 RICCIARDO. Nel convulso finale sfiora un podio rocambolesco con la Renault. L’oriundo australiano è un gran manico e appena può lo dimostra. Bravo.

5 BOTTAS. Il crac della gomma non è una sua responsabilità ma per tutta la gara si accomoda nei panni del valletto devoto alla causa di Hamilton. È il nuovo Barrichello.

5 VETTEL. Non è colpa sua, la macchina è impresentabile. Ma ormai si è rassegnato all’anonimato di un lungo e mesto addio.

2 GROSJEAN. Il Capitan Fracassa dei Gran Premi. Ne combina di cotte e di crude e viene sanzionato dai commissari. Ma smettere no?

0 ALBON. Va troppo piano per essere il compagno di Verstappen in Red Bull e rischia di perdere il posto. Per di più, all’inizio commette un errore puerile.

NG HULKENBERG. Doveva sostituire Perez, fermato dal Covid. Ma nemmeno riesce a partire, per colpa della Racing Point. Peccato, perché non è un pilota scarso.