Milano, 18 febbraio 2019 – Wanda Nara prova a ricucire i rapporti con l’Inter sul caso Icardi. Piange in tv a Tiki Taka e assicura: "Non abbiamo mai pensato al denaro, io e Mauro vogliamo restare all'Inter".

ALLO STADIO, POI IN TV - Ieri sera lei e il numero 9 nerazzurro erano a San Siro per vedere il match con la Sampdoria e, successivamente nel corso della serata, l’agente-moglie dell’argentino ha parlato nuovamente a Tiki Taka sulla situazione difficile che si è creata nel club. Dopo le parole di Marotta ("L’Inter è una famiglia, quello a Icardi non è stato un provvedimento di esclusione"), Wanda Nara ha provato a mettere una pezza alla falla.

VOGLIAMO RESTARE – Il primo messaggio di Wanda è chiaro: sia lei che Mauro vogliono restare. “Io sono a completa disposizione del club – ha ammesso la Nara – Mauro è il primo a credere in questa squadra e in questa maglia e noi vogliamo restare all’Inter. Rinnovo? Non ho mai chiesto nulla al club per Mauro, a volte vogliamo capire quello che ci fa comodo e il mondo dei procuratori per una donna è molto difficile”. Non è, dunque, un problema di soldi: “Speriamo di rimanere – ha proseguito Wanda – Le variabili sono tante ma non dipendono dal denaro e non c’è un problema rinnovo, Mauro farà di tutto per il bene dell’Inter”.

MAI DETTO NULLA – La miccia sembra essere relativa ad alcune dichiarazioni di Wanda Nara nei giorni scorsi, soprattutto questa "preferisco uno che metta 5 palloni buoni che il rinnovo di Mauro". Wanda però prova ad abbassare i toni: “Non ho mai detto nulla contro l’Inter e siccome sono in costante contatto con i dirigenti avrebbero potuto dirmi di smettere di parlare. Prendersela con chi non guarda il programma non ha senso”.

TOLTA UNA GAMBA – E’ poi arrivata la difficile decisione di togliere la fascia di capitano a Mauro Icardi, e su questo Wanda Nara ha cercato di far trasparire tutta la difficoltà dell’attaccante ad accettare la sanzione: “E’ come se gli avessero tolto una gamba, lui ha sempre onorato la fascia e la maglia dell’Inter, portava entrambe con enorme orgoglio. Non ha mai pensato al denaro”. Infine, la brutta vicenda del sasso lanciato contro l’auto di Wanda: "Per fortuna è successo in un luogo dove ci sono le telecamere, ho subito chiamato una persona all’Inter e poco dopo mi ha richiamato Marotta".

ZHANG - Nel pomeriggio interviene anche il presidente dell'Inter Steven Zhang: "Non venderemo mai Mauro Icardi alla Juventus",  dice al termine dell'assemblea dei soci del club nerazzurro. "Crediamo che continuerà a crescere con noi. Lo consideriamo - aggiunge Zhang - parte della nostra famiglia". Sui rumors che vogliono il bomber argentino possibile mira della Juventus: "Nel calcio mai dire mai, non mi piace parlare dei singoli e delle singole squadre. La Juventus sta facendo bene e non voglio ci siano conflitti con nessun club. Il nostro obiettivo è far crescere il calcio italiano ed europeo".