Esultanza Belotti
Esultanza Belotti

Torino, 16 luglio 2020 - Bremer, Lukic e Belotti consegnano tre punti d’oro in chiave salvezza al Torino. Gli uomini di Longo, grazie al colpo di testa del brasiliano, alla perfetta traiettoria del serbo e al supergol del Gallo, hanno la meglio 3-0 del Genoa e sprintano in classifica, salendo a +7 sul Grifone e a + dal Lecce, che al momento occupa il terzultimo posto. Altresì, situazione pericolosa in casa rossoblù: la compagine cara a patron Preziosi nel prossimo turno si appresta ad ospitare proprio i giallorossi.


Cronaca. Un poderoso colpo di testa di Bremer regala il vantaggio al Torino alla fine dei primi quarantacinque minuti. Il match si apre con una grande occasione per il Genoa: al 7’, Iago Falque serve Pinamonti che calcia in diagonale di prima intenzione, Sirigu è attento e con un grande intervento si oppone. Altri 7’ e gli ospiti ci provano con Zapata, il suo colpo di testa dagli sviluppi di corner non trova il bersaglio grosso. L’ex Milan si ripete al 22’, questa volta Sirigu blocca. Al 25’, poi, il Torino va vicinissimo all’1-0 con Bremer, il suo colpo di testa in tuffo esce di poco rispetto alla porta difesa da Perin. Passano 8’ e il difensore numero 36, sempre di testa, questa volta fa centro: si ripetono esattamente le dinamiche della prima occasione e il brasiliano, tutto solo, è libero di insaccare. Pillola statistica: due dei tre gol segnati in Serie A dal difensore brasiliano sono arrivati proprio contro il Grifone (uno nel match d’andata quando i granata espugnarono “Marassi per 1-0). Gli uomini di Longo, al 39’, sfiorano anche il 2-0 con Belotti, ma Perin è autore di una grande uscita e salva i suoi dal tracollo.

Il Torino, nel secondo tempo, concede poco al Genoa, raddoppia con Lukic, triplica con Belotti e si aggiudica lo scontro salvezza. Con questi tre punti, gli uomini di Longo toccano quota 37, a +7 proprio sul Grifone e a +8 sul Lecce, che al momento retrocederebbe. Al contrario, gli uomini di Nicola restano con un solo punto di vantaggio sui giallorossi e nel prossimo turno ci sarà proprio l’incrocio con gli uomini di Liverani. Al 47’ Sirigu preserva il vantaggio granata rispondendo presente sulle conclusioni, in sequenza, di Sanabria e Schone. Il match, successivamente, non regala grossi colpi di scena, se non un tentativo di Destro al 69’, ma il tiro dell’ex Bologna termina sull’esterno della rete. Il Torino, al 77’, tira fuori dal cilindro il 2-0: Belotti serve Lukic, che dal limite dell’area di rigore lascia partire un perfetto destro a giro che termina la sua corsa all’incrocio dei pali. Nel finale, il Genoa, con Behrami, cerca di rientrare in partita, il collo destro del calciatore elvetico non ottiene il risultato sperato. Al 90’ i granata calano anche il tris: Belotti prende palla, punta Goldaniga e dal limite dell’area di rigore, con un super sinistro, gonfia la rete. Con questo gol, il “Gallo” segna per la settima partita di fila e mette a referto il suo 16° sigillo stagionale.

 

Tabellino

Torino-Genoa 3-0 32’ Bremer, 77’ Lukic, 90’ Belotti

Torino (3-4-1-2): Sirigu; Lyanco (61’ Izzo), Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Rincon, Meité, Ansaldi (66’ Ola Aina); Verdi (67’ Lukic); Zaza, Belotti. Allenatore: Moreno Longo

Genoa (3-4-1-2): Perin; Goldaniga, Zapata, Masiello; Biraschi (76’ Ghiglione), Behrami, Schone (75’ Lerager), Barreca (60’ Criscito); Iago Falque (67’ Destro); Sanabria (59’ Pandev), Pinamonti. Allenatore: Davide Nicola

Ammoniti: Lyanco, Zaza (T); Masiello, Goldaniga (G)

Arbitro: Sig. Gianluca Rocchi