Martedì 28 Maggio 2024
MATTEO AIROLDI
Calcio

Simone Inzaghi, il re di Supercoppa: "Partita perfetta. Questa coppa è importantissima"

Pioli: "Primo tempo non all'altezza. Il momento di difficoltà è evidente"

Simone Inzaghi con la Supercoppa italiana (Alive)

Simone Inzaghi con la Supercoppa italiana (Alive)

Riyadh (Arabia Saudita), 18 gennaio 2023 – Si tinge di nerazzurro la EA Sports Supercup 2022: l’Inter, grazie alle reti di Dimarco e Dzeko nel primo tempo e di Lautaro Martinez nella ripresa, travolge infatti il Milan con un secco 3-0 bissando il successo dello scorso anno e conquistando la settima Supercoppa della sua storia. Sei sono invece le Supercoppe alzate tra campo e panchina da mister Simone Inzaghi, apparso raggiante nel postpartita ai microfoni di Canale 5: “I ragazzi sono stati bravissimi ad interpretare una partita perfetta. Siamo sempre stati lucidi e compatti. Vinciamo una coppa importantissima. Questo era il secondo obiettivo stagionale dopo il passaggio agli ottavi di Champions e non posso che provare piacere da allenatore, a vedere una squadra giocare così”. Un successo che può dare un importante slancio anche in chiave campionato: “Assolutamente sì ma stasera ci godiamo questo trofeo perché vincere il trofeo battendo il Milan in una finale è bellissimo”.

Le parole di Pioli

Serata da incubo, invece, per un Milan apparso a tratti troppo sgonfio, disattento e che ha confermato di essere in un periodo di difficoltà come anche Stefano Pioli ha confernato a fine gara: “Abbiamo fatto un primo tempo non all’altezza di una partita del genere, nel quale abbiamo commesso tanti errori e quindi dopo la partita è diventata complicata. Abbiamo cercato di rimediare con un buon inizio di ripresa ma è stato comunque troppo poco per meritare qualcosa di meglio”. A pesare tanti errori soprattutto in fase difensiva: “Non siamo abituati a commettere questi errori e se li commetti contro avversari che ti puniscono diventa tutto più pesante”. Le idee del tecnico rossonero sulla chiave per rialzarsi sono chiare: “Mi sembra chiaro che non stiamo vivendo il nostro momento migliore soprattutto dal punto di vista mentale. Dobbiamo fare sicuramente qualcosa in più e fare meglio. Si riparte con l’unico modo che conosciamo: lavorare meglio per alzare il nostro livello. Questa sconfitta ci fa molto male ma la stagione è lì che ci aspetta e dobbiamo tornare a giocare come sappiamo”.