Vincenzo Spadafora
Vincenzo Spadafora

Milano, 16 giugno 2020 - La trasmissione delle partite in chiaro sarà uno degli argomenti più salienti dell'Assemblea della Lega di Serie A convocata d'urgenza per giovedì prossimo, alla vigilia cioè della ripresa del campionato dopo la sospensione per l'emergenza sanitaria. Al centro della discussione ci sarà la fattibilità della trasmissione in chiaro di due partite per turno. "Siamo a buon punto nel trovare un accordo importante che venga incontro a tutti - ha dichiarato ieri sera a riguardo Vincenzo Spadafora - Ovviamente non sarà possibile vedere tutte le gare. Sky detiene i diritti, i match in chiaro non sono mai stati assegnati di fatto a nessuno, poi c'è la Rai, Mediaset a Dazn. E' una sfida complessa ma ci stiamo riuscendo". 

Sul tema si è espresso in giornata anche l'amministratore delegato di Sky Italia, Maximo Ibarra. "Noi abbiamo garantito la nostra massima disponibilità. Abbiamo incontrato il ministro dello sport Vincenzo Spadafora e abbiamo parlato di questa possibilità. Abbiamo dato il via libera sia a trasmettere qualche gara in chiaro sia ad altre cose per mitigare la mancanza di calcio direttamente negli stadi. Il dettaglio che va superato è relativo ai diritti delle partite in chiaro: noi non ne siamo titolari e dunque la Lega dovrà chiederci espressamente di trasmettere le gare per tutti. A fronte di questa richiesta, siamo pronti a collaborare".