Elseid Hysaj (Ansa)
Elseid Hysaj (Ansa)

Napoli, 7 maggio 2020 - Tanto tuonò che piovve: dopo numerose scaramucce dialettiche sembra davvero arrivata l'ora della separazione tra il Napoli ed Elseid Hysaj, come confermato dal procuratore di quest'ultimo, intervenuto nel pomeriggio ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

PAROLE D'ADDIO - Sempre per restare in tema metereologico, non si può dire che le parole di Mario Giuffredi all'emittente ufficiale siano state un fulmine a ciel sereno, visto che il contratto che lega l'albanese al club partenopeo scadrà tra appena un anno. La novità è che è arrivata oggi la pietra tombale sulle speranze di rinnovo, come confermato appunto al procuratore. "Abbiamo comunicato ad Aurelio De Laurentiis l'intenzione di andare via: il presidente lo sa da 15-20 giorni e ora è anche nel suo interesse trovare una soluzione per non perdere il giocatore a zero a partire da gennaio 2021". Dichiarazioni dure mitigate, per non dire quasi contraddette, dallo stesso procuratore dopo poco. "Poi certo, sappiamo che in questo mercato strano ci possono essere mille colpi di scena e le cose possono anche cambiare in corsa - conclude Giuffredi - ma il Napoli adesso è consapevole della nostra volontà: andare via". Insomma, Hysaj ha in mano una valigia che può comunque essere disfatta nel momento in cui dovesse arrivare da ADL una proposta di rinnovo all'altezza delle aspettative del suo entourage. Difficile tuttavia che ciò accada, perché il ciclo dell'albanese all'ombra del Vesuvio sembra essersi esaurito già da un po', per la precisione da quando il suo mentore Maurizio Sarri ha abbandonato la nave. Volge quindi verso la conclusione l'avventura in azzurro dell'ex Empoli: il tutto dopo 5 anni di militanza, nei quali Hysaj curiosamente, in 185 presenze, non ha mai trovato la via della rete.

LE ALTERNATIVE - De Laurentiis pare comunque avere altri piani per la corsia bassa di destra dove, va detto, in questa stagione si è imposto con profitto Giovanni Di Lorenzo. Dal mercato potrebbero comunque arrivare interessanti alternative: da Andrea Cistana, centrale di professione con la possibilità di giocare sulla fascia, a Marco Davide Faraoni, passando per Michal Karbownik. Quest'ultimo è un terzino sinistro che può essere spostato anche sul lato opposto. L'età (19 anni) è di quelle che fanno impazzire ADL, che però sa di doversela vedere con la competizione di mezza Europa per accaparrarsi colui che sembra uno dei migliori prospetti di un ruolo che da tempo è il tallone d'Achille del Napoli.