Lunedì 20 Maggio 2024
ENRICO MASI
Calcio

Milan, contro il Napoli torneranno in campo dal 1' tutti i titolari

Ha lavorato in gruppo nella prima parte della sessione anche Kalulu. Possibile il suo ritorno in campo contro il Bologna

Pioli (ANSA)

Pioli (ANSA)

Milano, 10 aprile 2023 – In casa Milan è ufficialmente entrato nel vivo il conto alla rovescia che terminerà mercoledì 12 aprile alle 21, quando i rossoneri scenderanno in campo a San Siro per affrontare il Napoli nel match di andata dei quarti di finale di Champions League. Anche oggi i rossoneri si sono allenati sui campi di Milanello e la sorpresa è stata la presenza di Pierre Kalulu, il quale ha svolto la prima parte della sessione assieme ai compagni. Il francese sta recuperando a passo spedito dall’infortunio al polpaccio rimediato con l’Under 21 della Francia ma, nonostante oggi abbia lavorato almeno parzialmente con la squadra, pare alquanto difficile che possa prender parte al match di mercoledì. Più probabile che possa scendere in campo per giocare almeno uno spezzone di partita sabato in casa del Bologna. Qualora riuscisse a recuperare appieno per la sfida contro i felsinei, la sua presenza nel match ritorno degli ottavi di Champions League al Maradona sarebbe quasi scontata. Nel frattempo, mister Stefano Pioli sembra avere già in testa l’undici che partirà dal 1’ minuto mercoledì sera: il 4-2-3-1 pare non essere in discussione così come il ritorno di cinque titolari, fatti rifiatare nella gara disputata contro l’Empoli, nella quale i rossoneri sono apparsi decisamente poco brillanti: tra i pali ci sarà ovviamente ancora Mike Maignan, mentre la linea a quattro di difesa dovrebbe essere formata da capitan Davide Calabria, Simon Kjaer – che prenderebbe il posto di Malick Thiaw –, Fikayo Tomori e Theo Hernandez. La coppia in mediana sarà invece formata da Sandro Tonali e Rade Krunic, con Ismael Bennacer che salirà sulla linea della trequarti – come accaduto con buoni risultati proprio contro il Napoli in campionato – ma con il compito di fare da collante tra i reparti e scalare per rinfoltire il centrocampo. Ai lati dell’algerino ci saranno Brahim Diaz e Rafael Leao, con Olivier Giroud che si riprenderà il suo posto al centro dell’attacco.  

L’arrivo di Cardinale e i rinnovi

Sulle tribune di San Siro, mercoledì sera, ci sarà anche il numero uno di Red Bird Capitals e del Milan Gerry Cardinale, atteso a Milano nelle prossime ore per portare avanti i discorsi legati alla costruzione del nuovo stadio rossonero. Anche dietro le scrivanie di Casa Milan si lavora quindi a pieno regime e nelle prossime settimane Paolo Maldini e Frederic Massara dovranno cercare di chiudere il cerchio sulla questione dei rinnovi di due big del calibro di Olivier Giroud e Rafael Leao: come ammesso dal direttore sportivo rossonero prima della gara contro L’Empoli, l’estensione contrattuale del francese pare praticamente una formalità, visto che è già stato trovato un accordo sulla base di un contratto annuale da circa 4 milioni. Più complessa, stando proprio a quanto sottolineato dallo stesso Massara, la trattativa per il rinnovo del portoghese: Leao chiede circa 7 milioni più bonus, mentre il Milan ne ha messi sul piatto 6,5. Una distanza che pare colmabile con la giusta diplomazia, ma prima di firmare c’è da dipanare anche la matassa legata al risarcimento di quasi 17 milioni che il giocatore deve allo Sporting Lisbona: da giorni, in Portogallo, si parla della possibilità che sia il Lille – club in cui Leao è approdato dopo aver lasciato lo Sporting – a pagare questo risarcimento. Così fosse, la strada per il rinnovo potrebbe essere meno tortuosa, ma al momento non ci sono certezze e il Milan resta spettatore interessato di questa situazione con la speranza di poter chiudere positivamente la questione entro l’estate.