Stefano Pioli (Ansa)
Stefano Pioli (Ansa)

Milano, 20 settembre 2020 – Il Milan dopo aver battuto lo Shamrock nel secondo turno preliminare di Europa League si prepara ad esordire in campionato in casa contro contro il Bologna (calcio d’inizio domani sera alle 20.45). L’ultima sfida a San Siro finì 5-1 per i rossoneri, ma adesso si riparte da zero e quindi la concentrazione dovrà essere ai massimi livelli come sottolineato in conferenza stampa da mister Stefano Pioli: “Sono certo che sarà una sfida diversa rispetto a quella dello scorso campionato. Il Bologna ha cambiato qualcosa nel suo assetto ma è rimasto una squadra aggressiva, di qualità e in grado di metterti in difficoltà. Ci troveremo di fronte a un avversario motivato ma anche noi lo saremo. Siamo sicuri di aver preparato bene la sfida ma è anche vero che ogni gara fa storia a sé e le insidie saranno diverse da quelle incontrate giovedì”.

L’obiettivo è quello di partire con il piede giusto per cercare poi di agguantare i posti più ambiti della classifica senza temere la pressione: “Dobbiamo partire bene perché non possiamo pensare di poter sempre rincorrere per ambire ai primi quattro posti della classifica. Avere pressione è un privilegio perché significa aver raggiunto buoni livelli. Noi vogliamo migliorare il piazzamento dello scorso anno ed essere ambiziosi perché siamo il Milan”. Prematuro però parlare di scudetto: “Troppo difficile pensare allo scudetto adesso”. Contro i rossoblu rientrerà Ante Rebic che in Europa deve scontare tre giornate di squalifica: “Per noi è una pedina fondamentale perché possiede qualità, forza fisica e completa il nostro attacco”. Il croato agirà come sempre sulla trequarti assieme a Castillejo e Calhanoglu, apparso in grande spolvero e decisamente a suo agio alle spalle di Ibra: “Calhanoglu sa stare molto bene in campo e ha una grande intesa con Ibrahimovic. Possiede tutte le carte in regola per restare un nostro punto di riferimento anche perché è molto generoso”. Pioli ha poi parlato della condizione dei nuovi arrivato e non ha nascosto le difficoltà di Paquetà: “Si stanno inserendo bene nelle dinamiche di squadra anche grazie ad uno zoccolo duro del gruppo già ben affiatato. Tonali e Diaz sono giovani di talento mentre Tatarusanu garantisce esperienza. Spero di poterli impiegare presto. Per quanto riguarda Paquetà sta avendo qualche difficoltà e ha caratteristiche particolari. Vediamo cosa succede con il mercato”. Tra le novità di Domani ci saranno anche i 1000 tifosi che torneranno sugli spalti a San Siro: “Un primo passo verso la normalità ma speriamo che lo stadio possa presto riempirsi anche perché significherebbe aver battuto il Covid”. La chiosa infine è un motto per la stagione: “Mai arrendersi e cercare sempre di migliorarsi”.