4 apr 2022

Juventus, stop di un mese per Locatelli. Allegri confida in Zakaria e Rabiot

L'ex Sassuolo ha rimediato una lesione di primo grado del legamento collaterale mediale del ginocchio destro

francesco bocchini
Sport
Il contrasto fra Lautaro Martinez e Locatelli
Il contrasto fra Lautaro Martinez e Locatelli

Torino, 4 aprile 2022 - Quella di ieri non è stata certamente la serata più fortunata della stagione per la Juventus, che oltre per il risultato si rammarica pure per l'infortunio occorso a Manuel Locatelli. Il classe '98, dopo il calcio in faccia ricevuto subito in avvio di gara da parte di Lautaro Martinez, è stato costretto a uscire nel primo tempo a causa di un problema accusato al ginocchio destro. Gli esami a cui si è sottoposto questa mattina presso il J Medical hanno confermato le prime sensazioni, ossia che si tratta di una lesione di primo grado del legamento collaterale mediale. I tempi di recupero sono stimabili in circa quattro settimane.

Quali gare salta

Un'altra brutta notizia quindi per Locatelli, che dopo aver contratto il Covid-19 deve fare i conti anche con questo stop. Il centrocampista bianconero salterà certamente la trasferta a Cagliari, il match interno con il Bologna, la semifinale di ritorno di Coppa Italia con la Fiorentina, quella che sarebbe stata la prima sfida ex a Reggio Emilia contro il Sassuolo e infine la gara all'Allianz Stadium con il Venezia. La speranza per la Vecchia Signora è quella di ritrovare il proprio numero 27 in occasione dell'impegno allo stadio Marassi contro il Genoa, in programma l'8 maggio, quando alla conclusione dell'annata mancheranno solo tre partite di campionato, oltre eventualmente alla finalissima di Coppa Italia. 

Sostituti

La consolazione per Massimiliano Allegri sta nelle risposte fornite contro l'Inter da Denis Zakaria e Adrien Rabiot. Lo svizzero, entrato proprio al posto di Locatelli e alla prima presenza post infortunio, ha impattato in maniera estremamente positiva, fungendo da diga in mezzo al campo e rendendosi protagonista di un paio di strappi, di cui uno culminato con il palo colpito nella ripresa. Il francese invece è semplicemente stato il migliore nel derby d'Italia, venendo elogiato pubblicamente da Allegri e ricevendo anche gli applausi (seppur non convintissimi) del popolo juventino. Se i due sapranno tenere questo livello e se Arthur dovesse confermarsi su un buon standard, allora l'assenza di Locatelli potrà essere assorbita dalla squadra in questo rush finale di stagione. 

Leggi anche: Champions League, le probabili formazioni dei quarti di finale

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?