Sergej Milinkovic-Savic
Sergej Milinkovic-Savic

ROMA, 12 ottobre 2018 – Che indossi la maglia della Lazio o della nazionale serba non fa differenza. Sergej Milinkovic-Savic è sempre tra i giocatori più chiacchierati del panorama europeo. Ieri è entrato in campo al 79esimo nella gara che ha visto la Serbia trionfare per 2-0 contro il Montenegro. Sugli spalti era presente José Mourinho, arrivato soprattutto per visionarlo. L'interesse del Manchester United per lui è cosa nota, e quindi la sua presenza non è passata inosservata. A spegnere subito le voci però, è stato lo stesso centrocampista biancoceleste, che ai media locali ha dichiarato: “Sono un giocatore della Lazio, ma è ovvio che mi abbia fatto piacere che un allenatore del suo spessore sia venuto a vedere la partita. Se ha dato l'impressione di non essere d'accordo con la formazione iniziale potrebbe non essere a causa mia. Magari non era qui per me, ma per qualcun altro. Ho letto un po' ovunque che fosse qui allo stadio per vedermi giocare, ma questo non significa nulla". Poi sul match e sulla vittoria ottenuta: "Non ho giocato dal primo minuto, ma non è stato un problema per me. Sapevo che prima o poi sarei entrato. Quando ho fatto il mio ingresso in campo ho aiutato la squadra a realizzare il secondo gol e così abbiamo portato a casa la vittoria. A differenza di ciò che si potrebbe pensare, non era assolutamente una sfida semplice. Mi è piaciuto il nostro atteggiamento, siamo entrati bene in partita. Il rigore è arrivato al momento giusto. Il Montenegro ci ha pressati per 20-25 minuti, ma siamo stati bravi a saper gestire il risultato".

ALLENAMENTO – Arrivano notizie positive dalla seduta andata in scena quest'oggi al centro sportivo di Formello. Jordan Lukaku è in campo per il secondo giorno consecutivo, e svolge l'intero allenamento insieme ai compagni. Cross, pressing, ma anche tiri in porta. L'esterno belga non si risparmia e lancia segnali positivi ad Inzaghi. Il suo recupero è praticamente ultimato, e presto il tecnico piacentino potrà avere a disposizione un'arma in più per il suo scacchiere. Non c'è invece Luis Alberto, che si è allenato in palestra. Insieme a Inzaghi e al suo staff, lo spagnolo si è preso una settimana di tempo per recuperare una condizione fisica ottimale. Tornerà in gruppo in coincidenza con il rientro dei nazionali. Domani a Formello l'ultimo allenamento della settimana, prima del via libera per il weekend di riposo. In scena andrà una partita amichevole contro la Primavera di Bonacina.