Sergej Milinkovic-Savic
Sergej Milinkovic-Savic

ROMA, 16 febbraio 2020 - Una serata magica per la Lazio, che all'Olimpico batte in rimonta l'Inter proseguendo il suo inarrestabile percorso. La sblocca Young sul finire della prima frazione, nel secondo tempo però, Immobile la pareggia su rigore e Milinkovic la ribalta definitivamente mandando in estasi i tifosi biancocelesti. Gli uomini di Inzaghi superano l'Inter e si portano in seconda posizione a meno uno dalla Juventus capolista. 

PRIMO TEMPO - La trama di gioco del match sembra essere delineata fin dall'inizio. L'Inter lascia il possesso alla Lazio, che fa la partita e si rende pericolosa dopo otto minuti di gioco con Milinkovic. Il serbo calcia dai 30 metri centrando in pieno la traversa, con Padelli che vede con lo sguardo il pallone carambolare sul legno. I nerazzurri vivono di fiammate e al 19esimo rispondono con un contropiede che porta al tiro Lukaku. Strakosha è però ben posizionato e riesce a respingere in corner. L'episodio che sblocca la gara arriva al 43esimo. Candreva trova lo spazio per tirare dall'interno dell'area, Strakosha respinge ma centralmente sui piedi di Young. L'ex United calcia di controbalzo beffando i difensori della Lazio e facendo esplodere i tanti tifosi interisti giunti all'Olimpico. 

SECONDO TEMPO - La Lazio non sembra accusare il colpo per il gol subito immeritatamente nella prima frazione. I biancocelesti rientrano in campo determinati e arrabbiati e al 50esimo trovano l'episodio che cambia la gara. Luis Alberto scodella un pallone in area, Padelli ostacolato da Milinkovic esce a vuoto lasciando il pallone sui piedi di Immobile. L'attaccante partenopeo viene però travolto da De Vrij al momento del tiro. Rocchi non ha dubbi e indica il dischetto, dal quale lo stesso Immobile sigla la rete del pareggio. Un gol che accende l'entusiasmo dell'Olimpico e carica ancor di più gli uomini di Inzaghi. Il tecnico biancoceleste si gioca il tutto per tutto inserendo Lazzari e Correa per Jony e Caicedo. Forze fresche che permettono alla Lazio di imporsi e di trovare nuovamente la via del gol al 70esimo. Marusic raccoglie un pallone sporco in area calciando a botta sicura ma trovando Brozovic sulla linea. Sulla respinta però, Milinkovic con un tocco da biliardo insacca mettendo il pallone alle spalle di Padelli.



L'Inter prova a rialzare la testa ma sbatte sul muro della Lazio rischiando di subire anche il 3-1 da Immobile, con Padelli stavolta strepitoso nel tenere a galla i suoi. Le speranze dei nerazzurri però, si spengono al termine dei 5 minuti di recupero concessi da Rocchi, che decreta la fine dando il via alla festa dei tifosi laziali.