Martedì 16 Luglio 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Calcio

Europa League, Juventus-Sporting Lisbona: date andata e ritorno. I precedenti

Incrocio non facile per i bianconeri: i portoghesi hanno appena eliminato l'Arsenal

L'esultanza di Chiesa dopo il gol al Friburgo

L'esultanza di Chiesa dopo il gol al Friburgo

Torino, 17 marzo 2023 - Sarà lo Sporting Lisbona l'ostacolo che la Juventus sarà chiamata a superare per conquistare la semifinale di Europa League. Madama è reduce dall'ottavo di finale vinto contro il Friburgo: dopo l'1-0 a Torino propiziato dal sigillo di Angel Di Maria, la formazione di Massimiliano Allegri si è ripetuta in terra tedesca, festeggiando il successo per 2-0 con le reti di Dusan Vlahovic e Federico Chiesa. I lusitani invece hanno compiuto l'impresa con l'Arsenal, una delle favorite ad alzare la coppa. In Portogallo, la sfida d'andata con gli inglesi è terminata 2-2, mentre all'Emirates Stadium - dopo l'1-1 al termine dei supplementari - i biancoverdi hanno eliminato i Gunners ai calci di rigore. Come la Vecchia Signora, anche lo Sporting è retrocesso dalla Champions League, chiudendo al terzo posto il girone D con 7 punti, frutto di due affermazioni, un pareggio e tre sconfitte. Nello spareggio di Europa League, i ragazzi allenati da Ruben Amorim hanno avuto ragione del Midtjylland. In campionato, il prossimo avversario europeo della Juventus occupa attualmente il quarto posto della Liga Portugal con 50 punti dopo 24 partite. Sono 15 le lunghezze di distacco dal Benfica capolista, mentre Porto e Braga sono distanti rispettivamente 7 e 5 punti. 

I precedenti 

Sei i precedenti, ma solo due in competizioni Uefa, per Juventus e Sporting, che si sono incontrate in Champions League nella stagione 2017/18. Nella fase a gironi della principale manifestazione continentale per club, i bianconeri hanno collezionato una vittoria per 2-1 in casa e un pareggio per 1-1 in trasferta. Nella gara d'andata, la Vecchia Signora è andata in svantaggio dopo pochi minuti per colpa di un'autorete, per poi ribaltare il risultato grazie al gol di Miralem Pjanic al 29' e a quello di Mario Mandzukic all'84'. All'Alvalade di Lisbona invece è stata la rete di Gonzalo Higuain al 79' a evitare la sconfitta. Complessivamente, sono 21 le partite disputate dalla Juventus con una squadra portoghese: il bilancio complessivo è di 11 vittorie, 3 pareggi e 7 sconfitte. Il precedente più fresco è quello con il Benfica, affrontato nella fase a gironi della Champions League tuttora in corso. I piemontesi hanno perso in entrambe le occasioni (1-2 in casa e 3-4 in trasferta). L’ultimo successo contro una formazione lusitana risale al ritorno degli ottavi di finale della Champions 2020/21, contro il Porto, che tuttavia non bastò per accedere ai quarti. I bianconeri hanno trovato la via del gol in tutte le ultime otto sfide contro avversarie portoghesi in competizioni europee, restando imbattuta in cinque gare nel parziale (4V, 1N) e segnando in media 1.8 gol a partita. Infine, considerando solo la Coppa Uefa/Europa League, la Juve è imbattuta in quattro delle sei sfide contro avversarie portoghesi (3V, 1N), mantenendo nella metà delle occasioni la porta inviolata, inclusa la più recente (0-0 vs Benfica, 1 maggio 2014).

L'ultima volta della Juve ai quarti

Risale alla stagione 2013/14 l'ultima volta della Vecchia Signora ai quarti di finale di Europa League. In quel caso, i bianconeri hanno affrontato ed eliminato il Lione. Nella sfida d'andata, disputata in terra francese, i piemontesi - allora allenati da Antonio Conte - si sono imposti per 1-0 grazie alla rete di Leonardo Bonucci. Successo per Madama anche al ritorno: 2-1 il punteggio finale, determinato dai gol di Andrea Pirlo e Jimmy Briand, e dall'autorete di Samuel Umtiti. Il cammino di quella Juventus si è poi interrotto in semifinale di fronte al Benfica.

Le parole di Pessotto

A commentare il sorteggio di Nyon ci ha pensato Gianluca Pessotto. "Il sorteggio è impegnativo, sia per quanto riguarda lo Sporting, che è una squadra giovane e forte, sia per quanto riguarda il tabellone in caso fossimo bravi a passare il turno. Ma tornando ai quarti, sarà di sicuro una bella sfida, l’avversario è forte e lo ha dimostrato sconfiggendo l’Arsenal, una delle pretendenti alla vittoria. Anche loro - cha continuato il dirigente bianconero - arrivano da un girone di Champions non andato bene, e vorranno fare bene, come d’altronde noi, ma siamo la Juventus, sappiamo quello che è il nostro compito e credo che anche le altre squadre non siano felici di trovarci". Caso vuole che la sfida di ritorno vada in scena il 20 aprile. Il giorno prima verrà discusso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni il ricorso presentato dalla Vecchia Signora contro la sentenza sulle plusvalenze che ha portato ai 15 punti di penalizzazione. "Dovremo essere pronti a reagire a quello che succederà il giorno prima, sia in caso positivo che negativo, ma c’è tempo - il pensiero di Pessotto - Siamo fiduciosi, vogliamo arrivare a questi appuntamenti importanti con l’organico completo, per essere competitivi al massimo, in Europa League come in Coppa Italia. Non siamo mai riusciti ad avere i nostri campioni tutti insieme, speriamo che accada in questo finale di stagione. I campioni aiutano non solo tecnicamente sul campo, ma sono fondamentali anche per giocatori com’ero io anni fa a sentire di più l’importanza delle competizioni: il carisma e la capacità di trasmettere il peso dei match aiuta a tirar fuori il 110% da parte di tutti".

La formazione ideale dello Sporting Lisbona

Sporting Lisbona (3-4-3): Adan; St. Juste, Inacio, Coates; Esgaio, Ugarte, Gonçalves, Matheus Reis; Edwards, Paulinho, Trincão. All. Amorim. 

Il sorteggio completo

Manchester United - Siviglia Juventus - Sporting Lisbona Bayer Leverkusen - Union St. Gilloise Feyenoord - Roma

La vincente tra Manchester United e Siviglia affronterà in semifinale la vincente tra Juventus e Sporting Lisbona. Ciò significa che è possibile un derby italiano nella finalissima di Europa League. 

Le date di andata e ritorno 

La sfida d'andata è fissata in calendario per giovedì 13 aprile e andrà in scena all'Allianz Stadium di Torino, mentre quella di ritorno verrà giocata una settimana più tardi allo stadio José Alvalade, impianto inaugurato nell'agosto del 2003 che può ospitare fino a 50 095 spettatori. È raggiungibile con la fermata Campo Grande, che si trova sia sulla linea gialla che sulla verde della metropolitana di Lisbona.

Leggi anche: Arsenal ko e doccia fredda per i tifosi: cascate d'acqua dal tetto dell'Emirates Stadium