Martedì 18 Giugno 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Calcio

Juventus-Sampdoria 4-2: super Rabiot riaccende la Signora. Vlahovic sbaglia un rigore

La doppietta del francese trascina i bianconeri che nel primo tempo si fanno rimontare da 2-0 a 2-2. Oltre all'ex Psg segnano Bremer e Soulé. Ai blucerchiati non bastano i sigilli di Augello e Djuricic

Rabiot esulta insieme a Locatelli (Ansa)

Rabiot esulta insieme a Locatelli (Ansa)

Torino, 12 marzo 2023 - Il Sunday Night della 26esima giornata di Serie A sorride alla Juventus, che torna alla vittoria in campionato dopo il ko rimediato domenica scorsa a Roma. Ma che fatica per la Vecchia Signora, che si impone 4-2 ai danni della Sampdoria grazie soprattutto alla doppietta di Rabiot. Sembra tutto facile per i locali, che nei primi 25 minuti vanno a segno due volte con Bremer e con l'ex Psg. Nel giro di poco più di un minuto però la truppa di Dejan Stankovic pareggia con Augello e Djuricic. Nella ripresa Rabiot restituisce il vantaggio ai suoi e i torinesi, nonostante l'errore dal dischetto di Vlahovic, riescono a centrare i tre punti, con Soulé a calare il poker con il primo sigillo nel massimo torneo

Le scelte di formazione

Niente Pogba per la Juventus, con il francese di nuovo ai box a causa di un problema all'adduttore accusato nella rifinitura di stamattina. In porta c'è Perin, protetto dalla linea difensiva composta da Danilo, Bonucci e Bremer. In mezzo al campo Barrenechea viene preferito a Paredes, così come De Sciglio vince il ballottaggio con Cuadrado, mentre sull'altro lato Massimiliano Allegri schiera Kostic. Miretti e Fagioli agiscono in supporto di Vlahovic. Dall'altra parte comincia Turk fra i pali. Stankovic si affida poi a Leris e Djuricic in supporto di Gabbiadini

Bremer e Rabiot illudono

E' ovviamente la Vecchia Signora a fare la partita sin dal calcio d'avvio del match, anche se la prima palla gol è della Doria. I bianconeri si fanno trovare impreparati al 6' sul lancio lungo per Gabbiadini, che a tu per tu con Perin calcia a lato. Il capitano dei blucerchiati è protagonista anche pochi minuti dopo sull'errato disimpegno di Bremer: il mancino del numero 23 risulta tuttavia troppo debole per impensierire il portiere ex Genoa. Madama non paga gli sbagli e anzi, all'11' sblocca pure il punteggio grazie a Bremer, che sugli sviluppi dell'angolo battuto da Kostic firma l'1-0 con un preciso colpo di testa. La Samp non reagisce e allora la formazione di Allegri ne approfitta per raddoppiare: il cross di Miretti trova la zuccata di Rabiot, che al 26' già assomiglia molto alla parola fine sulla partita.

Uno-due Augello-Djuricic

E invece no: quattro giri di lancette più tardi il tiro di Leris si trasforma in un assist perfetto per Augello, che infila Perin. Pazzesco quello che accade all'Allianz Stadium, perché nel giro di pochissimi secondi arriva pure il 2-2 targato Djuricic, che converte in rete l'assist di Zanoli. I piemontesi adesso sono in difficoltà e faticano a imbastire manovre organizzate, tanto che sono gli ospiti ad attaccare con maggiore continuità. La Juventus si fa prendere spesso dalla frenesia e non a caso il finale di frazione è assolutamente appannaggio dei genovesi. Il risultato però non cambia più e così si torna negli spogliatoi sul 2-2. 

Ancora Rabiot 

In apertura di ripresa Allegri lancia subito nella mischia Cuadrado e Locatelli. La mossa non genera la scossa sperata dal tecnico livornese, visto che Madama fatica a rendersi pericolosa. Insidiosa è invece la zuccata di Leris al 60', out di poco. Quando meno te lo aspetti però, ecco il sussulto dei padroni di casa: al 65' Fagioli imbecca Rabiot, che con un stop e tiro riporta avanti i suoi. Sospetto l'aggancio del centrocampista francese, ma l'arbitro Prontera convalida il gol.

Soulé la chiude

Il direttore di gara è di nuovo protagonista due minuti dopo, quando Augello tocca nella propria area Cuadrado. Inevitabile il rigore, che tuttavia viene fallito da Vlahovic, che si vede respingere la conclusione dal palo. Il serbo prova a riscattarsi al 72', ma non inquadra il bersaglio grosso. Lo centra invece il neo entrato Soulé, ma Turk non si fa sorprendere. L'estremo difensore sloveno è super all'82' sul destro di Cuadrado, che grazie al suo intervento si stampa sull'incrocio dei pali. Soulé ha sui piedi al 92' l'occasionissima per chiudere i giochi, ma il suo tiro si spegne sul fondo. Poco male per la Juventus e per l'argentino, che al 94' infila il 4-2 dopo la traversa di Vlahovic. 

Il tabellino

Juventus (3-5-1-1): Perin; Danilo, Bonucci (46′ Cuadrado), Bremer (83′ Rugani); De Sciglio (87′ Gatti), Fagioli, Barrenechea (46′ Locatelli), Rabiot, Kostic; Miretti (72′ Soulé); Vlahovic. All. Allegri. A disp. Szczesny, Pinsoglio, Paredes, Compagnon, Iling-Junior. Sampdoria (3-4-2-1): Turk; Gunter, Nuytinck (76′ Paoletti), Amione; Zanoli, Winks, Rincon (82′ Malagrida), Augello (72′ Murru); Leris, Djuricic (72′ Jesè); Gabbiadini. All. Stankovic. A disp. Ravaglia, Tantalocchi, Oikonomou, Sabiri, Quagliarella, Yepes. Arbitro: Prontera (Bologna). Reti: 11′ Bremer, 26′ Rabiot, 31′ Augello, 32′ Djuricic, 65′ Rabiot. Ammoniti: 39′ Rincon, 58′ Fagioli