Mercoledì 29 Maggio 2024
FRANCESCO BOCCHINI
Calcio

Juventus-Rijeka 1-0, decide Kean

Il nativo di Vercelli si divora due gol nel primo tempo, poi nel secondo firma il sigillo che vale il secondo successo dopo quello con l'Arsenal

L'esultanza di Moise Kean

L'esultanza di Moise Kean

 

Torino, 22 dicembre 2022 - Dopo quella di Londra contro l'Arsenal, la Juventus fa sua anche l'amichevole interna con il Rijeka, battuto 1-0 grazie alla rete nella ripresa di Kean. In un Allianz Stadium vuoto (il test era a porte chiuse), i bianconeri non lanciano segnali troppo incoraggianti, nonostante il rientro di alcuni nazionali. In apertura di gara sono infatti i croati ad andare ad un passo dal vantaggio. Szczesny e il resto della difesa locale si salvano, mentre dall'altra parte sono da matita rossa gli errori sotto porta di Kean. Il nativo di Vercelli però si riscatta nella seconda frazione, trovando il gol che decide l'incontro. Il prossimo appuntamento della Vecchia Signora è fissato per il 30 dicembre, quando i ragazzi di Massimiliano Allegri ospiteranno i belgi dello Standard Liegi, stavolta con lo Stadium aperto al pubblico. 

Emozioni ed errori

L'avvio di match è decisamente appannaggio dei croati, che sfiorano lo 0-1 già al 4' con la zuccata di Galesic, alta di poco. Ancora più importante è la tripla palla gol che capita agli ospiti all'8': Prince Ampem si presenta a tu per tu con Szczesny, che neutralizza il suo tentativo, ma sulla respinta l'attaccante ghanese ci riprova e stavolta è fondamentale il salvataggio sulla linea di Locatelli, che dice di 'no' anche ad un altro tentativo degli avversari. Scampato il pericolo, la Vecchia Signora cresce e comincia a rendersi insidiosa con Soulè, il cui sinistro scagliato al 14' termina di un soffio sul fondo. Clamoroso invece il gol che si divora al 23' Kean, che a porta vuota manda sopra la traversa il pallone sul perfetto assist di Kostic. Dopo la bella ma imprecisa conclusione di Milik, la punta classe 2000 commette un altro errore sotto porta, stavolta di testa. Il tiro-cross largo di Gatti è sostanzialmente l'ultima vera emozione di una prima frazione nella quale i bianconeri hanno fatto fatica soprattutto in fase di uscita. 

La decide Kean

 

In avvio di ripresa Allegri cambia, inserendo Perin, Iling-Junior, Barrenechea, Aké e Miretti. Successivamente il tecnico livornese lancia anche Compagnon e Barbieri per provare a dare forze fresche alla sua Juve, vedendo la squadra piuttosto piatta. Il Rijeka torna a farsi minaccioso al 63', con Pablo Alvarez che impegna Perin. A sbloccare il punteggio sono però i piemontesi al 73': i viaggianti sbagliano un disimpegno e così ne approfitta Aké per servire Kean, che in due tempi riesce finalmente a gonfiare la rete. I croati non ci stanno e all'80' mettono paura alla Vecchia Signora con Halilovic, sul cui tiro è decisiva la deviazione di Riccio. Il risultato non cambia più: vincono Locatelli e compagni di misura. 

Leggi anche: Il 'caso Salt Bae'