Alex Sandro in azione
Alex Sandro in azione

Torino, 12 marzo 2021 - Voltare pagina, anche se l'eliminazione dalla Champions League è ancora un capitolo doloroso, che rischia di condizionare il finale di stagione della Juventus. La trasferta di Cagliari, in questo senso, darà già importanti risposte. Un appuntamento che la Vecchia Signora non può assolutamente fallire, per se stessa e per la classifica. "Eravamo delusi per l'eliminazione e l'errore più grande è stato l'approccio alla partita - il pensiero di Alex Sandro, intervistato da Sky Sport - Anche la gara d'andata l'abbiamo cominciata malissimo sia nel primo che nel secondo tempo ed è proprio in quei momenti in cui la partita sembra facile che dobbiamo migliorare. Si può subire gol anche in azioni che apparentemente non sembrano pericolose e questo può portarci alla sconfitta. Bisogna pensare che ogni pallone è importante e che ogni azione può cambiare la partita e la nostra stagione. In questo senso dobbiamo migliorare".

Obiettivo scudetto

Il tempo per fare dei passi in avanti tuttavia stringe e gli obiettivi cominciano a ridursi. Fallito l'assalto alla Champions League, ai bianconeri non resta che provare a lottare fino in fondo per lo scudetto, anche se l'Inter sembra ormai irraggiungibile, e a trionfare in Coppa Italia. "Cercheremo di fare del nostro meglio e lavoreremo per vincere tutte le partite - sottolinea il terzino brasiliano - Lo scudetto è il nostro obiettivo fin dall'inizio della stagione e da allora la nostra mentalità non è cambiata, pensiamo sempre a vincere il campionato. Ci sono ancora tante partite e dobbiamo essere bravi a vincerle tutte, oltre alla finale di Coppa Italia". 

"CR7 triste come tutti"

Chi sembra aver accusato particolarmente l'uscita dalla Champions è Cristiano Ronaldo, di cui si sta facendo un gran parlare dopo la gara di ritorno con il Porto. "Dopo la partita era triste come tutti. Volevamo passare il turno, ma non ce l'abbiamo fatta. Cristiano era triste come gli altri, ma oggi era già in campo ad allenarsi bene e spingere perché ci sono ancora trofei da vincere - racconta Alex Sandro - Ci sono ancora campionato e Coppa Italia e tutti noi sappiamo quello che vogliamo e quello che abbiamo davanti. Dobbiamo lavorare per questi obiettivi". 

Leggi anche: Lazio-Crotone 3-2