Maurizio Sarri
Maurizio Sarri

Torino, 10 luglio 2020 - "L’Atalanta in questo momento va considerata una realtà: sta facendo benissimo e ha numeri di grandissimo livello soprattutto in trasferta. La più bella definizione penso sia quella di Guardiola: è come andare dal dentista, ne puoi uscire anche bene, ma il male lo senti comunque". Maurizio Sarri cita la metafora utilizzata a suo tempo dal tecnico del City per spiegare la complessità della sfida che attende domani la sua Juventus, che ha sulla racchetta un importante match point in chiave Scudetto. Vincendo infatti la truppa bianconera ridurrebbe al minimo le speranze delle concorrenti di strapparle la corona di campione. 

"Cosa mi piacerebbe vedere? La continuità sarebbe un aspetto importante. In questo periodo le partite subiscono sbalzi improvvisi da un momento all’altro - il commento del tecnico della Vecchia Signora - Vorrei ordine perché nei momenti in cui rischi di perdere di mano la gara diventa determinante mantenerlo. Se abbiamo analizzato la sconfitta con il Milan? Credo che se il blackout  fosse accaduto nella prima parte della stagione ne avremmo ricercato le cause. Ma siccome è avvenuto nella seconda parte e non ci sono tempi lunghi, la priorità è quella di fare in modo che incida in maniera negativa il meno possibile. Quindi bisogna subito guardare avanti e non indietro". 

Nessun commento invece da parte di Sarri sul sorteggio di Champions League che vedrà la Juventus opposta a una fra Manchester City e Real Madrid nel caso in cui riesca ad accese alla Final Eight di Lisbona (il ritorno con Lione si disputerà a Torino il 7 agosto alle 21). "Lasciamo perdere, non mi interessa. In questo momento abbiamo un solo obiettivo che è il campionato. poi penseremo al Lione. È talmente lontano dai nostri pensieri che non ci dobbiamo perdere neanche la minima energia".

Chi ci pensa eccome alla Champions è invece Giampiero Gasperini, che ai quarti sfiderà il Paris Sain Germain. "Quello di domani è un test fondamentale in previsione Champions, perché la Juve è una delle candidate per vincere la coppa - sottolinea il tecnico dell'Atalanta - Sarà una sorta di simulazione di quella che poi sarà la partita con il Paris Saint Germain. I bianconeri hanno un grande vantaggio rispetto alla Lazio. Noi stiamo bene e dobbiamo fare i punti necessari per qualificarci alla Champions del prossimo anno. Questo è il primo obiettivo, poi se passerà da un miglioramento di classifica allora meglio ancora".