Jony e Marusic
Jony e Marusic

Roma, 22 settembre 2020 - “Abbiamo preso questi quattro giocatori (Escalante, Reina, Muriqi e Fares ndr.) ma vedrete che qualcun’altra arriverà”. Con queste parole il presidente della Lazio Claudio Lotito qualche giorno fa, aveva annunciato che il mercato dei capitolini non poteva ancora definirsi chiuso. I biancocelesti torneranno in Champions dopo 13 anni di assenza, c’è grande attesa per questo evento. I migliori sono rimasti alla corte di Inzaghi, ma non basta per rafforzare una rosa troppo spesso messa in discussione per le poche alternative ai titolari. Ecco perché il mercato non può essere ancora considerato sufficiente. Il difensore e le cessioni rappresentano le priorità, poi in casa Lazio si penserà ad ulteriori colpi. Proprio nella giornata odierna è arrivata la notizia della cessione di Jony all’Osasuna. L’esterno spagnolo dopo un solo anno in biancoceleste ha lasciato la Capitale. Prestito con diritto di riscatto, il calciatore è già stato annunciato in Spagna. C’è poi da chiudere il discorso difesa. Sfumato Kumbulla, Izzo ha prezzi troppo elevati. L’ipotesi low cost che ha preso quota è quella di Hoedt, il cui ritorno dal Southampton sembra vicinissimo. Da capire con quale formula, visto che la Lazio non ha abituato a operazioni temporanee bensì quasi sempre definitive. In uscita rimangono Bastos e anche Caicedo.

ALTRI COLPI - Queste sono le priorità, ma in ballo resta sempre la mezzala/trequartista in grado di permettere a Inzaghi maggiori rotazioni e garantire qualità. Il nome resta segreto, anche se nelle ultime ore è uscito con insistenza il nome di Callejon, svincolatosi dal Napoli. Lo spagnolo è sempre nei pensieri della società, sarebbe una pedina in grado di garantire nuove soluzioni tattiche. Chissà che Lotito non decida di regalare un altro colpo al suo allenatore.