Luka Modric
Luka Modric

Milano, 8 gennaio 2019 – Si può dire, Luka Modric si avvicina all’Inter, o meglio, si allontana dal Real. Il Pallone d’Oro 2018 ha infatti rifiutato la proposta di rinnovo di Florentino Perez e di fatto appare quasi scontato il suo addio alle merengues a luglio. Beppe Marotta e l’Inter lavorano in silenzio al possibile grande colpo estivo.

NO A 12 MILIONI DI EURO – La storia è nota, Modric in estate aveva odorato l’idea di lasciare il Real, dando di fatto mandato ai suoi agenti di trovare una nuova sistemazione, frutto anche di una vecchia promessa fatta da Florentino al giocatore. In sostanza Modric sarebbe stato libero di andare qualora lo avesse voluto. Alla fine le cose sono andate diversamente: scottato dalla cessione di Ronaldo, il numero uno del Real ha cambiato idea e deciso di fare muro sull’uscita del croato. Con tanto di esposto alla Fifa accusando l’Inter di aver trattato con il giocatore senza il consenso del club. Pratica chiusa in tempi rapidi, anche perché fu l’entourage di Modric a contattare l’Inter. Il mediano alla fine è rimasto a Madrid, ma nel frattempo ha risposto no a tutte le proposte di rinnovo di Perez, l’ultima da 12 milioni di euro l’anno. Ecco allora che gli indizi lasciano pensare ad una uscita di scena a luglio.

TOCCA ALL’INTER – La palla di fatto passa nelle mani dell’Inter, la preferita da Modric anche per via della colonia croata presente alle Pinetina. Ma i nerazzurri si muovono cautamente, con l’intenzione di mantenere solidi rapporti con tutti i top club europei e senza creare clamorose rotture. Nonostante l’esposto estivo di Perez, Marotta e Ausilio non vogliono fare sgarbi ai galacticos e attendono semplicemente le mosse di Modric, il quale, come l’estate scorsa, potrebbe farsi vivo grazie ai suoi agenti. A quel punto, a fronte di una situazione più chiara, ovvero l’intenzione di Modric di andarsene, l’Inter farà i propri passi, compresa una offerta importante al giocatore che potrebbe toccare i 10 milioni di euro, quindi una cifra superiore anche a Mauro Icardi. E’ una sorta di partita a scacchi, con i nerazzurri che attendono il campo strategico migliore per affondare la mossa da scacco matto. Ma mai come questa volta, l’estate sembra essere il terreno più adatto per il primo grande colpo di Beppe Marotta. Il top player che di fatto lancerebbe il guanto di sfida alla Juventus.