Il tecnico dell'Inter Antonio Conte (Ansa)
Il tecnico dell'Inter Antonio Conte (Ansa)

Milano, 11 luglio 2020 – Il rapporto tra l’Inter e Conte rischia di chiudersi anzi tempo? Non è una ipotesi da escludere a priori, ma non sarebbe una decisione del club. Le ultime prestazioni dell’Inter, i troppi punti buttati nel finale, le esternazioni poco diplomatiche del tecnico nerazzurro: i fattori che possono portare ad una separazione anticipata ci sarebbero, ma al momento non è una ipotesi contemplata da proprietà e dirigenza.

LA SITUAZIONE – La diplomazia probabilmente non è il punto forte del tecnico salentino che recentemente ha parlato di ‘pacchetto preconfenzionato’ e di valutazioni da fare con la società sulla prossima stagione, tradotto significa: servono corposi interventi sul mercato per migliorare una rosa non pronta per vincere. Ma l’Inter non può rivoluzionare completamente una squadra su cui ha investito tanto, e questo può essere terreno di confronto con Conte che non è particolarmente propenso a pazientare. L’impressione è che da una parte ci sia il tutto subito e dall’altro si ragioni per programmazione, anche perché ormai si è arrivati alla doppia cifra di tecnici sostituiti negli ultimi anni. Continuare così, senza continuità, difficilmente può portare ai risultati sperati. Questa situazione di confronto può aver incrinato il rapporto tra Conte e la proprietà? Forse sì, l’Inter chiede più diplomazia, ma non al punto tale da portare ad un esonero (anche per i costi economici che comporterebbe).

LA VALUTAZIONE DI CONTE – La possibile separazione dopo una sola stagione allora ricadrebbe tra le mani di Conte. Come detto, la società non avrebbe intenzione di esonerarlo ma se il tecnico non trovasse, per il suo modo di pensare, le adeguate garanzie sulla prossima stagione potrebbe valutare lui stesso di chiudere il rapporto. E’ uno scenario ancora poco probabile, seppur non del tutto impossibile viste le difficoltà della squadra nel post Covid e le continue dichiarazioni pubbliche del tecnico salentino. In tutto questo, per i tifosi interisti, il dato di fatto è che pure questa stagione, nata con buoni auspici con investimenti e un tecnico vincente, si sta rivelando deludente e poco foriera di soddisfazioni. L’ennesima che in qualche modo si sta concludendo come le precedenti: con un finale non all’altezza.