Mauro Icardi
Mauro Icardi

Milano, 13 febbraio 2019 - Scossone, l'ennesimo viene da dire, in casa Inter. La società nerazzurra ha infatti annunciato via Twitter la decisione di togliere la fascia di capitano a Mauro Icardi e di affidarla a Samir Handanovic. Una scelta forte che nasconde un malcontento generale nei confronti della posizione dell'attaccante argentino. La questione rinnovo e le dichiarazioni a riguardo dei vari protagonisti (specie di Wanda Nara) hanno agitato le ultime settimane, fino al clamoroso comunicato di stamani del club milanese. Segno di come l'Inter e Icardi siano tutt'altro che vicini a prolungare il matrimonio.

Ma non finisce qui. L'attaccante argentino infatti non è stato neanche convocato da Luciano Spalletti per la partita di Europa League contro il Rapid Vienna in programma domani. E tutto questo basta per creare un "caso Icardi" all'interno dell'Inter, che sicuramente non ne aveva bisogno in vista di un finale di stagione delicato e di un'estate che si preannuncia torrida. Anche perché le pretendenti per il classe '93 non mancano: dal Real Madrid alla Juventus, che già qualche mese fa ci aveva provato, come confermato da Fabio Paratici. Il contratto dell'ex Sampdoria scade nel giugno del 2021 e nell'accordo è prevista una clausola da 110 milioni valevole dal 1° al 15 luglio di ogni estate solo per i club esteri.

Europa League 2019 con Inter, Napoli e Lazio. Formazioni e dove vederla in tv

Intanto, nel pomeriggio è prevista la conferenza - a questo punto attesissima - di Spalletti per chiarire la situazione sul "caso Icardi", alla vigilia della partita di Europa League contro il Rapid Vienna.

Icardi non è più capitano dell'Inter. Quel like di Brozovic e il post della sorella