Favilli a contrasto con Baselli (LaPresse)
Favilli a contrasto con Baselli (LaPresse)

Genova, 30 novembre 2019 – Genoa e Torino si sfidano nell’anticipo delle 18 della quattordicesima giornata di Serie A. Il primo tempo lascia spazio a tanti sbadigli e poche emozioni, ma il trend cambia nella ripresa. Agudelo e Favilli colpiscono un palo a testa per il Genoa, mentre è Bremer a centrare lo specchio della porta per il Torino, portando in vantaggio i granata al minuto 76. Edera viene espulso al 94' per doppia ammonizione, a giochi ormai già fatti. Gli uomini di Mazzarri centrano il colpo grosso da tre punti a Marassi e conquistano la vittoria di misura, il Genoa continua la sua crisi.

SOLO SBADIGLI – Thiago Motta sceglie il 4-3-3 per il suo Genoa, con Favilli preferito a Pinamonti come punta centrale. Mazzarri schiera il solito Torino ad eccezione di Belotti, che non ce la fa e non sarà neppure in panchina. Berenguer e Verdi saranno i riferimenti offensivi. I padroni di casa appaiono in difficoltà contro lo schieramento tattico del Toro. La manovra non ingrana e il Grifone perde troppi palloni a metà campo, premiando il pressing dei granata. Per vedere la prima vera occasione da gol dobbiamo attendere la mezz’ora, quando Izzo taglia l’area di rigore con un cross dalla trequarti e trova sul secondo palo la diagonale di Ansaldi. L’esterno sinistro colpisce di testa a due passi dalla porta ma la palla sfila di poco sul fondo. La prima frazione di gioco si conclude senza particolari emozioni.

SECONDO TEMPO – Ad inizio ripresa è ancora Ansaldi a farsi vedere nella zona della porta di Radu. Stavolta a servirlo è De Silvestri, l’esterno sinistro calcia sul secondo palo ma imprime solo potenza e non precisione. Il Genoa reagisce e sfiora il gol in due occasioni. Agudelo prende palla al limite dell’area, salta un avversario e scheggia la traversa al 55’. Sessanta secondi dopo Pandev innesca la corsa di Favilli verso l’area, l’attaccante controlla bene e colpisce in pieno il palo. I rossoblù spingono con efficacia in questo secondo tempo, mettendo alle corde gli ospiti. Al 67’ è ancora Pandev a servire Cassata, che appena dentro l’area scarica un sinistro respinto a due mani da Sirigu. Nel momento migliore del Genoa, il Torino realizza a sorpresa il gol dello 0-1. Ad un quarto d’ora dal termine Verdi calcia un corner in mezzo, Bremer stacca su Sturaro e insacca di testa. Verdi al minuto 81 cerca il gol della domenica dai venticinque metri, ma trova il volo di Radu che salva in angolo. C'è ancora tempo per assistere all'espulsione di Edera per doppia ammonizione al minuto 94, ma la gara è ormai conclusa.