Mkhitaryan man of the match contro il Genoa
Mkhitaryan man of the match contro il Genoa

 

Genova, 21 novembre 2021- Una partita dominata in lungo e in largo da Henrikh Mkhitaryan: è l'armeno il grande protagonista della vittoria della Roma in casa del Genoa, battuto grazie a una doppietta del  giovanissimo Felix Afena-Gyan. Non comincia bene l'avventura di Shevchenko nel nostro campionato, costretto ad arrendersi dopo 80 minuti di resistenza ai colpi dell'attacco giallorosso che torna a dare garanzie a Mourinho.

 

Primo tempo

 

La Roma trova subito una grande occasione dopo 4 minuti di gioco grazie al colpo di testa di Shomurodov, ma il brivido più importante del primo tempo arriva al 15' con il grandissimo tiro di Mkhitaryan che manda il pallone alle spalle di Sirigu. Il gol dell'armeno viene però annullato per un tocco di braccio di Abraham che devia la traiettoria della palla mandandola in porta. I giallorossi però hanno il motore ben caldo e riescono a tenere a bada il Genoa che ci prova con Cambiaso, ma è sempre la squadra di Mourinho a essere più propositiva, questa volta sull'asse El Shaarawy-Shomurodov che però non riesce a sbloccare la partita.

 

Secondo tempo

 

Anche nella ripresa la situazione continua a essere di perfetto equilibrio, con la Roma sempre più attiva in fase offensiva e trascinata ancora una volta da Mkhitaryan che con il suo tiro manda la palla di poco alta sopra la traversa. La partita si sveglia soltanto nella fase finale con occasioni per entrambe le squadre: al 71' il Genoa fa tremare Rui Patricio con l'inserimento di Sturaro e appena un minuto più tardi è ancora una volta Mkhitaryan a prendersi la scena, senza trovare la via del gol. La partita si sblocca incredibilmente all'82' grazie al giovanissimo Felix Afena-Gyan, subentrato soltanto qualche minuto prima a Shomurodov. Il classe 2003 sfrutta una grande azione personale del suo collega armeno per cogliere di sorpresa la difesa avversaria e segnare un gol praticamente già fatto. Il ghanese trova anche la doppietta a tempo praticamente scaduto con un tiro potente da fuori area, un siluro che lascia paralizzato Sirigu e chiude la sua serata perfetta. La squadra di Mourinho porta a casa tre punti pesanti per scalare la classifica e toglie a Shevchenko la soddisfazione della vittoria all'esordio in panchina.

Leggi anche - Inter-Napoli 3-2: nerazzurri a -4 dalla vetta