Roma, 21 giugno 2021 – Dentro o fuori: le prove d'appello finiscono qui, tra Glasgow e Londra. La notte di domani, quella del 22 giugno, vale tutta la posta per le quattro squadre del Gruppo D. I due scontri diretti per la qualificazione agli ottavi di finale vanno in scena in contemporanea, fischio d'inizio alle 21. A Hampden Park scendono in campo Croazia e Scozia; a Wembley Repubblica Ceca e Inghilterra, una delle favorite della vigilia per la vittoria finale agli Europei 2021. Sono queste ultime due formazioni a guidare la classifica del girone. Partono, dunque, con un piede davanti, ma si sottrarranno punti a vicenda. Le inseguitrici possono approfittarne.

Europei 2021, le sfide del 22 giugno valgono gli ottavi di finale

Repubblica Ceca Inghilterra

Il successo per 1-0 con la Croazia e il pari a reti bianche con la Scozia nel derby del Regno Unito non valgono ancora il pass per il prossimo turno. I leoni d'Inghilterra devono cominciare a ruggire. A cominciare da Harry Kane, reduce da due prove deludenti che lo hanno visto sempre sostituito. Il bomber, comunque, sarà titolare contro la Repubblica Ceca. "E' fondamentale per noi – dice il ct Gareth Southgate -, non solo per i gol che segna, ma anche per come costruisce e per tutto quello che dà". "Ha già dimostrato in passato di saper superare le critiche e mi aspetto che faccia altrettanto adesso – prosegue -. E' il nostro calciatore più importante e basta vedere i gol segnati con noi per capirlo".

Il centravanti del Tottenham se la vedrà con i difensori cechi, che hanno subìto appena una rete in due sfide: quella vinta per 2-0 contro la Scozia e il pareggio per 1-1 con la Croazia. Gli est-europei, neanche a dirlo, si affidano a Schick. La vecchia conoscenza del calcio italiano, ex di Sampdoria e Roma, appare infatti in stato di grazia. Portano la sua firma tutti e tre i gol messi a segno dalla sua Nazionale a Euro 2020.

Per approdare agli ottavi, alla Repubblica Ceca sarà sufficiente non perdere. Una sconfitta, tuttavia, non precluderebbe il secondo posto qualora la Scozia battesse la Croazia. Nel caso in cui i croati vincessero con uno scarto che consenta loro di avere una migliore differenza reti, i cechi finirebbero terzi.

Per superare questa fase, l'Inghilterra ha due risultati su tre: la vittoria e il pareggio. Inoltre, i sudditi di Sua Maestà passerebbero anche se la Croazia fermasse i cugini scozzesi. Se poi Southgate avesse la meglio su Šilhavý, conquisterebbe il primo posto nel girone. Infine, se arrivassero un insuccesso e una vittoria della Scozia con un numero di gol tale da permetterle di raggiungere la migliore differenza reti, gli inglesi finirebbero terzi.

Repubblica Ceca-Inghilterra, le probabili formazioni

Repubblica Ceca (4-2-3-1): Vaclík; Coufal, Čelůstka, Kalas, Bořil; Souček, Holeš; Masopust, Darida, Jankto; Schick

Inghilterra (4-2-3-1): Pickford; James, Stones, Mings, Chilwell; Phillips, Rice; Grealish, Mount, Sterling; Kane

Croazia-Scozia

La Croazia fino ad ora è una delle delusioni di questo torneo. Forte di giocatori titolati come Modric, Brozovic, Kovacic e Perisic, non è tuttavia riuscita a mettere insieme più di un gol, che è valso appena un punto (contro la Repubblica Ceca). Il ko inflittole dall'Inghilterra pesa eccome sulla classifica provvisoria.

"La Croazia ha ottime qualità – riconosce il ct scozzese Steve Clarke -, che sono diverse da quelle dell'Inghilterra”. “È un'ottima squadra che muove bene il pallone – prosegue - hanno due top player a centrocampo con Kovačić e Modrić da affrontare”. Ad ogni modo, Clarke crede alla possibilità di superare l'ostacolo: “Se riusciamo a giocare come sappiamo e tutti fanno una prestazione da 8, allora possiamo avere qualche speranza di vincere e passare il turno”. “Quando affronti le squadre più forti, tutti e 11 devono giocare da 8", conclude.

"La Scozia avrebbe potuto fare meglio contro i cechi – gli risponde idealmente il collega croato Dalić -; hanno avuto tante occasioni”. “Poi contro l'Inghilterra hanno dimostrato motivazioni e spirito guerriero quindi mi aspetto lo stesso approccio contro di noi perché tre punti significano un risultato storico per loro nel loro stadio davanti ai loro tifosi”, aggiunge. La sua è un'analisi amara: “Un risultato positivo ti trasmette un'atmosfera positiva e in questo non siamo riusciti, c'eravamo riusciti in Russia (al Mondiale del 2018, ndr), ma adesso ci è mancato e fatichiamo a trovare il ritmo".

Le speranze di qualificazione, però, sono ancora vive. La nazionale slava deve vincere per sperare di passare come migliore terza, e potrebbe ancora superare la Repubblica Ceca al secondo posto per differenza reti.

Discorso analogo per la Scozia, che ha bisogno dei tre punti per arrivare almeno terza. Un migliore scarto in termini di gol potrebbe addirittura permetterle di scalzare i cechi dalla seconda piazza. Insomma, tutto è ancora in gioco. E tutto si decide domani.

Croazia- Scozia, le probabili formazioni

Croazia (4-3-3): Livaković; Vrsaljko, Lovren, Vida, Gvardiol; Modrić, Brozović, Kovačić; Ivanušec, Perišić; Petković

Scozia (3-5-2): Marshall; McTominay, Hanley, Tierney; O'Donnell, Gilmour, McGregor, McGinn, Robertson; Dykes, Adams

Repubblica Ceca-Inghilterra e Croazia-Scozia in tv

Croazia-Scozia sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Uno (201 del satellite, 482 del digitale), Sky Sport Football (canale 203 del satellite) e Sky Sport (canale 251 del satellite).

Repubblica Ceca-Inghilterra andrà in onda su  Rai 1 (canali 1 e 501 HD del digitale terrestre), mentre su Sky la partita sarà visibile ai canali Sky Sport Uno (201 del satellite, 472 e 482 del digitale terrestre), Sky Sport Football (numero 203 del satellite) e Sky Sport (numero 251 del satellite).