Di Lorenzo in azione
Di Lorenzo in azione

Contro l'Austria sarà di nuovo titolare, a causa del forfait a cui sarà costretto ancora una volta Alessandro Florenzi. Per Giovanni Di Lorenzo è diventata ormai una dolce abitudine vestire i panni di terzino destro della Nazionale di Roberto Mancini in questa manifestazione continentale. Subentrato nell'intervallo della prima gara con la Turchia a Florenzi, il giocatore del Napoli non ha più mollato il proprio posto. E ora è pronto ad affrontare il suo primo ottavo di finale a un Europeo. Un'occasione che non capita tutti i giorni. "Affrontiamo una squadra fisica, che gioca a un ritmo molto elevato. Ma noi ci stiamo allenando e preparando al meglio per questa gara - il commento in conferenza stampa del classe '93 - Alaba? Un giocatore eccezionale, ma tutti i calciatori austriaci sono da tenere in grande considerazione. Paura di questa partita? L’atmosfera che si respira qui è ottima, il nostro gruppo è fantastico e c’è il giusto mix di tensione e concentrazione. Dobbiamo avere quello stesso entusiasmo che abbiamo avuto nelle ultime partite, senza che debba cadere nella presunzione". 

"Bravo a non mollare"

Dopo quanto vissuto in carriera, Di Lorenzo non conosce nemmeno il significato della parola "presunzione". "In cinque anni è cambiato praticamente tutto nella mia vita. Mi sono ritrovato senza squadra, ma sono stato bravo a non mollare: adesso mi sto godendo questa fantastica esperienza - sottolinea l'ex Empoli - Con mio fratello Diego, più grande di me di quattro anni, c’è un rapporto speciale: ci telefoniamo spesso e ci confidiamo. Nei momenti più difficili della mia carriera ci sono state persone che mi hanno permesso di superare quella fase difficile con la loro vicinanza. E mio fratello è una di queste".

Leggi anche: Italia-Austria, precedenti e dove vederla