Giovedì 13 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Calcio

Coppa Italia, Italiano: "Abbiamo vinto ma questo è solo il primo round"

Ballardini: "Nel primo tempo non siamo partiti bene ma poi siamo cresciuti"

Ballardini e Italiano (ANSA)

Ballardini e Italiano (ANSA)

Cremona, 5 aprile 2023 – La Fiorentina si prende il primo round della seconda semifinale di Coppa Italia sbancando lo Zini di Cremona con un secco 2-0 e mettendo un’importante ipoteca sull’approdo in finale: dopo aver sfiorato il gol con Ikoné e Barak in avvio di gara e aver rischiato qualcosa di troppo su un’iniziativa di Tsadjout, i viola sono passati in vantaggio al 20’ grazie a Cabral, che di testa ha sfruttato alla perfezione un perfetto cross di Biraghi. Prima dell’intervallo i viola hanno poi sfiorato anche il raddoppio con Gonzalez, ma nella ripresa c’è stata la reazione dei grigiorossi, che sono passati al 4-3-3 e hanno trovato maggiore fluidità di gioco. Al 75’ è arrivata la doccia gelata per la Cremonese: Aiwu ha infatti respinto di mano dal cuore dell’area una conclusione di Cabral. Dopo un controllo al VAR, l’arbitro Mariani ha deciso per il rosso al difensore della Cremonese e decretato il penalty, che Gonzalez ha trasformato chiudendo i conti. Una prestazione, quella dei viola, che ha ovviamente lasciato soddisfatto Vincenzo Italiano, il quale cerca però di tenere i piedi per terra: “Questo è solamente il primo round – ha detto il tecnico toscano a fine gara ai microfoni di Mediaset –. Lo abbiamo vinto noi e ci teniamo questo doppio vantaggio. Abbiamo vinto, ma abbiamo anche rischiato. Dopo il primo gol potevamo raddoppiare. Alla fine, abbiamo anche rischiato ma penso che questa vittoria sia meritata”. Con questo successo sale a nove il numero di vittorie consecutive dei viola, i quali hanno saputo svoltare dopo un momento complicato: “Abbiamo un momento negativo ma solo in campionato. In coppa viaggiavamo forte, segnavamo e prendevamo pochi gol. In Serie A, invece, ci inceppavamo e non riuscivamo a buttarla dentro pur creando tanto. Messo a posto il campionato, i ragazzi hanno svoltato e dato il La a questa striscia positiva. Non bisogna però mollare e abbassare la guardia. Mi auguro che si continui su questa strada”. Sul futuro, invece, Italiano ha preferito non sbilanciarsi: “Non si può non essere concentrati su quello che dovremo affrontare nei prossimi due mesi. Ci sono un quarto di Conference, una semifinale di ritorno di Coppa Italia da giocare e ovviamente il campionato. La concentrazione massima è su questo. Il resto conta poco”.

Le parole di Ballardini

Ha cercato di trovare spunti positivi nella prestazione dei suoi anche l’allenatore della Cremonese, Davide Ballardini: “La Fiorentina ha una rosa altamente competitiva e mi sorprende che non sia un po’ più in alto in classifica, perché sta anche bene fisicamente e ha un’ottima qualità di gioco. Noi nel primo tempo non siamo andati bene. Siamo partiti molto contratti, ma poi nel secondo tempo abbiamo avuto un paio di occasioni per pareggiare. Per me abbiamo fatto una buona prestazione. Il primo round di questa semifinale è finito 2-0, vedremo come andrà il secondo. Magari prenderemo altri quattro gol, ma magari no”. Una dose di fiducia in vista del ritorno non manca: “Vedo che i miei ragazzi sono seri, si impegnano e hanno buone qualità. La fiducia me la dà ciò che vedo nel quotidiano”.