L'esultanza di Insigne e Coda
L'esultanza di Insigne e Coda

Cittadella, 21 maggio 2019 - Il Benevento, in rimonta, batte 2-1 il Cittadella e fa sua l’andata della semifinale play-off e "vede" la finalissima. Federico Proia, espulso nella ripresa, manda avanti i padroni di casa al 10’, mentre Insigne e Coda, nella ripresa, capovolgono il risultato. Nel finale anche gli uomini di Bucchi restano in 10 per l’espulsione di Armenteros (brutto fallo ai danni di Iori). Con questa vittoria, i sanniti vedono da vicino la finale; al Cittadella, invece, servirà un miracolo (gli uomini di Venturato dovranno vincere con due gol di scarto senza subirne).

LA CRONACA - Un gol di Proia permette al Cittadella di chiudere in vantaggio la prima frazione. Al 7’ il Benevento va ad un passo dall’1-0, ma il destro di Coda sbatte sul palo. Tre giri d’orologio e i padroni di casa si portano avanti: calcio di punizione di Branca, Proia, dopo una serie di rimpalli, è lesto a spedire la sfera alle spalle dell’incolpevole Montipò. Sette minuti e un monumentale salvataggio di Caldirola su Finotto evita il possibile raddoppio dei padroni di casa. Al 20’ reazione degli ospiti con la conclusione dalla distanza di Bandinelli, la sfera termina in angolo dopo una deviazione. Sessanta secondi e gli uomini di Bucchi sfiorano l’1-1 con Viola, Paleari vola e devia in angolo il mancino del numero 10. Tra il 27’ e il 28’ Montipò si oppone alle conclusioni di Schenetti e Branca, evitando guai per i sanniti. Nel finale si rifà vivo il Benevento con il tentativo dalla distanza di Letizia, una deviazione permette la presa comoda a Paleari.

Nella ripresa il Benevento la ribalta con i gol di Insigne e Coda e vede la finale molto vicina. Al 49’ i sanniti cercano di pervenire al pareggio, ma Frara si immola e respinge la conclusione ravvicinata di Ricci. Un giro d’orologio e il Cittadella resta in 10 per l’espulsione di Proia: il numero 21, già ammonito, commette fallo su Viola e si guadagna il secondo giallo. Il match non regala altri sussulti fino al 72’, quando il Cittadella sfiora il 2-0 con il colpo di testa di Finotto (Montipò non si fa sorprendere e smanaccia in angolo). Al 76’ il Cittadella fa harakiri e il Benevento rientra in gioco con l’1-1: Rizzo di petto appoggia indietro verso Paleari ma non si accorge di Insigne alle sue spalle che intercetta la sfera e buca l’incolpevole Paleari. Altri 7’ e i sanniti la ribaltatano: assist perfetto di Insigne e Coda, di testa, trafigge il povero Paleari. Gli ospiti non si fanno più riprendere, ma raggiungono la parità numerica in campo complice l’espulsione di Armenteros per un brutto fallo su Iori. Nel recupero Finotto cerca il 2-2, ma il suo tentativo di spegne sul fondo. All’ultimo minuto gli uomini di Bucchi trovano il 3-1 con Buonaiuto, ma è netta la posizione di offside del numero 17. Con questa vittoria, come detto in apertura, il Benevento è ad un passo dalla finalissima. Al contrario, il Cittadella dovrà solo espugnare il “Vigorito” per continuare a cullare il sogno promozione (serviranno due gol di scarto senza subirne).


Tabellino

Cittadella-Benevento 1-2
 10’ Proia (C), 76' Insigne (B), 83' Coda (B)

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Frare, Rizzo; Proia, Iori, Branca (61’ Pasa); Schenetti (89’ Bussaglia); Finotto, Moncini (68’ Diaw). Allenatore: Roberto Venturato

Benevento (4-3-1-2): Montipò; Maggio, Volta, Caldirola, Letizia; Tello, Viola, Bandinelli (70’ Buonaiuto); Ricci (61’ Insigne); Coda, Armenteros. Allenatore: Cristian Bucchi

Ammoniti: Tello, Buonaiuto (B)

Espulsi: Proia (C) per doppia ammonizione

Arbitro: Sig. Davide Ghersini