Francesco Acerbi
Francesco Acerbi

ROMA, 20 marzo 2020 – Numeri alla mano, scorrendo la classifica, la Lazio registra alcuni dati importanti e significativi. A saltare all’occhio è soprattutto quello che riguarda la difesa. La migliore della Serie A con soli 23 gol subiti, uno in meno rispetto a Juventus e Inter, avversarie nella lotta scudetto. Uno dei segreti è sicuramente Francesco Acerbi. Una certezza, una garanzia nel terzetto costruito da Simone Inzaghi. Inamovibile per il tecnico biancoceleste, dal suo arrivo a Roma molto è cambiato. Se prima la difesa rappresentava il punto debole dello scacchiere capitolino, oggi invece è l’arma vincente. Non è un caso quindi, che siano in molti i top club ad aver messo gli occhi su Acerbi. Inter e Chelsea su tutte, anche se di contatti ufficiali non ce ne sono ancora stati. La Lazio non intende privarsene, Inzaghi lo ha voluto fortemente per sostituire de Vrij azzeccando la scelta. Ecco perchè il club biancoceleste potrebbe fare un’offerta molto presto per un rinnovo di contratto. Al momento Acerbi percepisce 1,5 milioni di ingaggio, l’idea è quella di portarlo a superare i 2 milioni. Un premio più che meritato per lui, che recentemente aveva dichiarato: “Mi farebbe piacere chiudere la carriera a Roma”. Le sirene inglesi e quelle dell’Inter non spaventano la Lazio, ma i due club potrebbero comunque tentare l’approccio in estate.

VERON – Due anni intensi, conditi da vittorie e trofei alzati al cielo. Juan Sebastian Veron ha lasciato sicuramente il cuore a Roma, così come dichiarato in un’intervista a Sky Sport: "La Lazio è stata la squadra più forte in cui ho giocato. Una squadra che non vinceva lo scudetto da 26 anni, è stata una sensazione unica come tutti i titoli che ho vinto in Italia. Eriksson l’allenatore che più mi ha capito. Con lui mi sono espresso al meglio, mi lasciava piena libertà, la tattica non è mai stata il mio forte”. Poi sulla corsa scudetto e sulla Lazio di oggi: “Le storie si scrivono sul campo. La Juventus ha tanta esperienza alle spalle, è riuscita a vincere ben 8 scudetti di fila. Lazio e Inter nella storia recente hanno fatto più fatica. Non va dimenticata la pressione che può farti dare il meglio, ma anche bloccarti. Luis Alberto? Mi piace, sta facendo una grande stagione. E posso dire che ha delle caratteristiche in cui mi rivedo”.