Domenica 23 Giugno 2024
MATTEO AIROLDI
Basket

Risultati basket Serie A: la Virtus piega Pesaro all'overtime. Colpo di Treviso a Tortona

Le partite del dodicesimo turno

Marco Belinelli (Ciamillo-Castoria)

Marco Belinelli (Ciamillo-Castoria)

Bologna, 26 dicembre 2022 – La capolista Virtus Segafredo Bologna chiude il 2022 di campionato con una vittoria sofferta: i bianconeri, orfani di Mickey, Ojeleye e Cordinier, hanno infatti dovuto attendere il supplementare per piegare a domicilio la Carpegna Prosciutto Pesaro 87-82. La gara è stata un lungo testa a testa: Pesaro, trascinata dagli 11.000 della Vitrifrigo Arena e dalle prove maiuscole dell’ex Virtus Kravic e di Rahkman (20 punti a testa), ha risposto colpo su colpo alla Segafredo e alla fine dei 40’ regolamentari si è trovata con un vantaggio di tre punti che Marco Belinelli ha azzerato con la tripla che ha portato il match al supplementare: anche nei 5’ conclusivi i biancorossi sono rimasti attaccati al match aggrappandosi ai guizzi di Rahkman ma poi sono stati costretti ad alzare bandiera bianca quando prima Shengelia (miglior realizzatore bianconero con 19 punti) da sotto e poi Weems dalla lunga hanno chiuso i conti.

Molto più agevole il successo dell’Armani AX Milano che ha battuto 96-84 la Openjobmetis Varese: l’Olimpia ha saputo archiviare la pratica già in un primo tempo in cui ha concesso soltanto 32 punti agli ospiti. Spinta poi da un Baron Davies da 20 punti e 8 rimbalzi, nella ripresa ha controllato ritmi e punteggi senza patemi. Il colpo di giornata lo ha invece firmato la Nutribullet Treviso che ha sbancato Tortona 95-90. Decisivo per sbrogliare la matassa di questo match combattutissimo il contributo del tandem formato da Ike Iroegbu (34 punti) e da Adrian Banks (29 punti) che ha tagliato il traguardo dei 2000 punti in A.

Gli altri risultati

I 24 punti portati in cascina da Frank Barteley sono invece risultati decisivi per permettere alla Pallacanestro Trieste di superare in volata 74-68 la Dolomiti Energia Trento che nel finale ha più volte mancato il colpo dell’aggancio. A quota 14 punti in classifica assieme a Pesaro, Trento e Varese è salita anche l’Umana Reyer Venezia di un eccellente Mitchell Watt (22 punti), che ha sconfitto 86-76 la Dinamo Sassari di coach Bucchi (espulso nel finale e furioso per alcune decisioni arbitrali) facendo la differenza nel terzo quarto.

Prosegue poi il buon momento della neopromossa Givova Scafati che ha vinto a Brindisi 75-71: sugli scudi la coppia formata da David Logan (21 punti) e Stan Okoye (15). Infine, in zona salvezza è arrivato il colpaccio della Tezenis Verona che ha sbancato Napoli 80-74: nonostante il rientro di Robert Johnson, i partenopei hanno dovuto lasciare il passo agli scaligeri, sospinti da un Karvel Anderson da 19 punti. In coda al gruppo sempre più sola resta invece la Unahotels Reggio Emilia che nel posticipo è stata battuta 84-77 dalla Germani Brescia (15 punti per Massimburg e 16 per Della Valle) che ha chiuso a +12 il primo tempo e non si è più voltata indietro.