Domenica 14 Luglio 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Altri Sport

Trittico delle Ardenne, Pogacar a caccia dello storico tris: i precedenti

Finora solo Rebellin e Gilbert hanno completato la tripletta nello stesso anno: Tadej ci proverà alla Liegi-Bastogne-Liegi 2023

Tadej Pogacar (Ansa)

Tadej Pogacar (Ansa)

Roma, 20 aprile 2023 - Quando di mezzo c'è Tadej Pogacar dover aggiornare le statistiche e i primati è ormai quasi una consuetudine: potrebbe esserlo anche in vista dell'imminente Liegi-Bastogne-Liegi 2023, la corsa che domenica 23 aprile chiuderà il Trittico delle Ardenne.

I precedenti

 Prese singolarmente e rapportate magari ad altre gare l'Amstel Gold Race, la Freccia Vallone e appunto la Doyenne non sono corse impossibili, pur avendo difficoltà sia altimetriche sia planimetriche che ben le inseriscono nel complicato contesto delle Classiche del Nord: senza contare che sono in calendario nella prima parte della stagione, quella in cui la forma fisica e la preparazione dei corridori non sono ancora ultimate. Basti pensare che lo stesso Pogacar, dopo il successo al Giro delle Fiandre 2023, aveva affermato di avere attualmente un peso leggermente superiore rispetto a quello da raggiungere per essere competitivo al Tour de France 2023: roba di un paio di chili di differenza che però, nei livelli altissimi di un ciclismo come quello moderno sempre più sofisticato, si fanno sentire parecchio. Anche per questo motivo, negli anni centrare il tris al Trittico delle Ardenne si è rivelata una missione impossibile anche per fuoriclasse del calibro di Eddy Merckx, Bernard Hinault e Alejandro Valverde, giusto per citare qualche nome tra i tanti che hanno a rotazione messo più volte le mani su alcune tra le corse più affascinanti dell'intera campagna di primavera. Eppure, qualcuno è invece riuscito a completare la tripletta nello stesso anno. Per la precisione, è successo in due occasioni: nel 2004 ad opera del compianto Davide Rebellin e nel 2011 grazie a Philippe Gilbert. Agli altri è toccato l'onore di vincere - magari anche più volte - tutte le gare in esame, ma mai nella stessa stagione.

Duello con Evenepoel?

Curiosamente, in questo novero c'è già lo stesso Pogacar, che nei giorni scorsi ha praticamente completato il tris aperto nel 2021, quando trionfò nella Liegi-Bastogne-Liegi. Il fuoriclasse dell'UAE Team Emirates però, si sa, ama sempre alzare il livello dell'asticella per divertire e per divertirsi, come più volte affermato anche a costo di apparire a qualcuno troppo 'cannibale', tanto per usare una parola non nuova nel mondo del ciclismo. Il prossimo step, in attesa ovviamente della caccia al Tour de France 2023, è proprio provare a chiudere la tripletta vincendo la Liegi-Bastogne-Liegi 2023. Per farlo servirà battere una concorrenza agguerrita: in attesa della startlist definitiva, il rivale accreditato sembra il vincitore in carica Remco Evenepoel, che rispetto allo sloveno sta vivendo una primavera molto più tranquilla anche perché all'orizzonte incombe l'impegno gravoso del Giro d'Italia 2023. Forma fisica già quasi ottimale contro maggiore freschezza: la partita tra i due si giocherà anche su questo terreno, sempre ammesso che non sopraggiunga un terzo incomodo. Parlando di Evenepoel, gli stimoli non mancheranno anche a livello di squadra, con la Soudal Quick-Step intenzionata a chiudere al meglio una campagna di primavera fino a questo momento piuttosto deludente.

Leggi anche - ATP Barcellona, Sinner soffre ma avanza